Archivio per maggio 2008

Passano e vanno


 
Passano,
passano e vanno
di sorrisi e di stagioni i versi
leggeri e intensi
brevi e raffinati
o grezzi come quei giorni
che vedi di lontno la vita
come miraggio
attendi si palesi un nuovo giorno.
 
Marco Vasselli

4 commenti

Ad Antonio


 
Per tutte quelle volte in cui c’eri nel bisogno.
Per tutte qulle volte in cui da uno sguardo hai capito"non è il caso"
Per tutte le risate
E Le sbornie, i pianti, i singhiozzi …
Per tutti gli anni che ci hanno visto lottare spalla a spalla
Uscendo quasi sempre vincenti.
Io ti ringrazio amico mio.
Ne albe ne tramonti
Distanze
Amori donne o amici
Hanno mai ne potranno
Offuscare la luce di questa meravigliosa amicizia.
Ti voglio bene !!
 
 
Belli come il sole
 
Marco Vasselli

3 commenti

A mio padre


 

CHIEDIMI SE HO SOGNATO

E SE HO SOGNATO… COSA

HO SOGNATO AD ESEMPIO

D’UN TEMPO LONTANO

QUANDO

PRENDENDOTI PER MANO

MI SI SPALANCAVA IL CUORE.

E TI PORTO NEL CUORE

ANCORA E ANCORA

COME QUEI GIORNI FATTI

PER SOGNARE NULLA.

HO SOGNATO CHE IN VOLO

A BRACCIA APERTE

CORREVO DA TE

E SORVOLANDO PRATI

E CASE

E STRADE E GENTI

RIVEDEVO I TUOI OCCHI

COSI’ VIVI E CONTENTI.

HO SOGNATO

E IN QUEL SOGNO C’ERA LUCE

CHE ORAMAI

DAI TUOI OCCHI DORMIENTI

NON PUOI PIU’

NON POTRAI RIVEDERE.

E ME NE STO QUA’

AD ASPETTARMI ANCORA UNA DOMANDA

MA SOGNI MAI ?

E QUANDO SOGNI

COSA ??

MARCO VASSELLI

5 commenti

Poesia di Carmen – Coscienza


 
 
Se prender coscienza è vita
 
e di vita io vivo
 
vivo di te vita
 
che mi hai dato
 
la voglia di vivere.
 
 
Poesia di Carmen dedicata a me
Tutti i diritti sono riservati

5 commenti

Ti dicono


 
Ti dicono
di andare avanti
che nulla è perduto
che tutto torna prima o poi,
ma è perchè loro non si sono mai sentiti
come un sacco di tela vuoto.
 
…e dov’era il coraggio
ora il nulla
e dov’era il sorriso
ora il vuoto
vuoto
di giorni
di pensieri.
 
…e pensieri
rincorrono il nulla
e il nulla invade
soffoca
devasta.
 
…e
in giornate tipo questa
il  passato diviene amarezza
come qualcosa che di colpo si spezza…
precipiti.
 
Marco Vasselli
 
 

3 commenti

Le parole


 
Le parole
sono tante ballerine
che danzano
danzano
danzano,
si muovono su fogli di un candore luminoso
forse ispirate da Dio
forse non so’,
da una giornata andata bene
forse dal sorriso di un’amica vera.
 
Le parole sono incastri
di lettere
pensieri
sensazioni
di punti e virgole
accenti euforici
o toni smorzati
come una sigaretta
a volte ti da gusto
a volte effimera
fine a se stessa.
 
Le parole n trovano mai
il respiro che vorresti dargli
il sonno che vorresti dormire
il sogno che vorresti fare
o che fai ogni giorno
che non si realizza.
 
Le parole cari miei
sono colori o ombre
onde d’incanto
che portano il viaggio
ad arrivare a cuori
che io ringrazio
per essere la parte del respiro più profonda.
 
…e sono quì,
a cavalcare l’onda
di questo mare che non si domanda
quante parole ancora …
quanta gioia !  
 
 
 
Cuore - Foto di Laura M. - Tutti i diitti sono riservati
 
 
Poesia di arco Vasselli
Foto di Laura M.
Tutti i diritti sono riservati
 
 

2 commenti

Il punto di ripristino


 
Peccato che la vita
non sia come il Windows.
Se ci fosse la possibilità
tornerei indietro
per riparare a molti e moti errori-
 
Peccato che nella vita
non ci sia
un punto diripristino …
 
 
Marco Vasselli
 
 

5 commenti

Alba


 
Alba
di caldo e sapore di cornetti
nella quiete precaria
gli uccelli cantare
e librarsi in aria
essi come i pensieri dalla penna.
 
Nella reativa calma primaverile
l’indaco nvade
il cielo e l’anima.
 
Eh già …
l’anima
spesso dimnticata o divorata
da debolezze e angosce,
scaliata come un barattolo di Coca Cola
da giorni e giorni
orma nella tempesta.
 
Ma l’alba
questa come dipinto resterà
sulla tela dell’anima
sperando
forse
in giorni di armonia.
 
 
Marco Vasselli
 
 

3 commenti

All’ orizzonte e all’onda.


 
….e andiamo avanti
sempre e comunque avanti.
 
Giorni pesanti amari
giorni tanti
da dissipare a raccontar se stessi.
 
Saran distanze, baci abbracci
arrivedeci
o che ne sò …
stand by …
 
Sembra che tutto torni e nulla resti
di questi momenti
questi …
in cui tra questo cielo e l’asfalto
la nostalgia che  pare come  insulto
tra quese genti
sempre così ottimiste.
 
e mani che mai più cingerò
e occhi che mai più asciugherò
or che ho bisogno di riascigar i miei
e andare avanti
come la barca
che la riva lascia
ed in fluttui si perde
all’orizzonte e all’onda.
 
 
Marco Vasselli
 
 
La poesia porta lontano.gif - Gif di Alexis - Tutti i diritti sono riservati

9 commenti

Alla fermata dell’amicizia


 

Cuore - Foto di Laura M. - Tutti i diitti sono riservati

 

 

Alla fermata

dell’amicizia

mi accorgo che tu sei stata per me

una realtà presente in ogni momento.

Ridere insieme

a crepapelle

fino a quando

non mi faceva male lo stomaco

fino a quando non arrivavano le luci dell’alba …

Mi riparavi dal freddo

della solitudine

 e ci raccontavamo

i nostri sogni

vivendoli insieme

Tu sei

esageratemente,

infinitamente

parte della mia vita

Non accetto un mondo a metà

diviso

tra il no e il si.

Il mio desiderio è di vivere la vita

senza compromessi.

E’ questo il mio destino!

Ti lascio libera,

nella tua realtà,

se vuoi,

ma

le mie braccia saranno sempre aperte

per accoglierti in caldo tepore.

 

 

 

Ad una mia cara amica con cui in un passato recente ho condiviso gioie  dolori

 

Poesa di Marco Vasselli & Armonia

Foto di  Laura M. – Gif di Alexis ’81

 

Tutti i diritti sono riservati

 

La poesia porta lontano.gif - Gif di Alexis - Tutti i diritti sono riservati

 

 

 

6 commenti

VOTI E CONSUETI GIORNI


 
Voti e consueti giorni
dentro stà casa
svotatata de memoria
ove l’amici è vanto
e er core che ha sofferto così tanto
è solo quello den’artro giorno annato.
 
Mentre che fori piove
ner ventre me se move quer quarcosa
che sfoga l’impeto de nun potè avè ‘ndietro
quel che sè perso
come pezzi de’n vetro de ‘no specchio
che s’è scocciato …
…quanto dolore ancora
ricordi lì
quanno ce dicemmo
"no tre sì che
se la tajamo sempre".
 
Ed annavamo ar bar de quela tizia
e mille foto
risate a profusione …
poi vedo che
er tempo der cojone
sen’è già annato
quarcuno de voi  visto ?
 
Che per favore …
posso riavello ‘ndietro ?
 
Nun ce stà più
ne gioia nè armonia,
è inutile che scrivo dell’amori,
del’amicizie
delle speranze addietro
che nun se sò avverate
come sogni
in cui me so svejato sur più bello.
 
Sarà sto tempo brutto
sarà l’acqua
che casca dar cielo fredda come un "ciao"
di chi mai più vedrò
ne saprò nulla
e solo io ner nulla
sò uno che se sgrulla dar passato
fatto de mille risa
mai sconforto.
 
E stà vita è ‘n poema
naratrice der fatto
che stà vita è ‘n pò scema
mentre io sò ‘n pò matto
e allora che dibatto,
pè che me sbatto ?
 
" E’ ita a zì, la favola è conclusa "
 
e la mia testa confusa
e mille parole vanno alla rinfusa
quasi a pregà
che er tempo torni ‘ndietro.
 
Ma resto da solo
su stì viali de vetro
che s’appannano cor fiato
sotto stò cielo d’acqua
mo che lontani
s’aricordamo er niente …
 
 
Marco Vasselli

3 commenti

Riflessi


 

RIFLESSI DI LUNA

SUL LAGO DI NOTTE

GIOCANDO

TI LASCIANO QUALCOSA DENTRO:

RICORDI,PENSIERI

LEGGERI RUMORI…

SEI LI’ CHE TI ADDORMENTI ABBANDONANDOTI.

 

I GRILLI,LE LUCCIOLE

COLORI CALMI,PLACIDI

RINCORRONO IL TEMPO

PASSATO DA POCO

MENTRE LONTANO

UNA RAGAZZA,UN FUOCO

PENSIERI SUL LAGO

CHE CADONO PIANO.

 

RIFLESSI DI LUCE

SUL LAGO DI PACE

RIDENDO

TI PRENDONO QUALCOSA DENTRO

PAROLE BUTTATE

NEL VENTO D’ESTATE

SEI LI’ CHE TI RISVEGLI TRASTULLANDOTI.

 

I CANI CHE ABBAIANO

AD OMBRE DI CASE

RINCORRONO FRASI

CHE LASCI PER STRADA

MENTRE RITROVI

UNA RAGAZZA,UN FUOCO

RIPENSI A QUEL LAGO

CHE VEDI LONTANO.

 

 

 

MARCO VASSELLI

 

5 commenti

Foto Racconto…E non te lo scordi…


 

…e non te lo scordi

un mattimo d’Aprile

preso sul tuo quaderno a piangere e raccontare

di una sciocchezza che è costata molto.

 

E non ti scordi i sorrisi di chi è lontano

e nel tuo cuore albergherà per sempre

come parte di un database di emozioni

che non si schioda dalla tua mente

dai tuoi pensieri.

 

Quartiere a me caro

sempre dove ritorno con piacere,

ma pure un pò sì

di amarezza nel cuore

per tutto ciò che avrebbe potuto ancora darmi.

 

…e non te lo scordi

il gruppo di samba

di un capodanno lì a suonar tappini

o la casa del pittore tuo amico,

tele e pennelli all’arinfusa

un pò come il suo ego

come la sua cambusa

da dove tirava fuori una tazzina

ed il caffè con il microonde.

 

…e non te lo scordi

il sorriso della barista che non c’è più

quello delle sue figlie

e le cazzate con l’amico caro

i suoi occhiali

e mille e mille storie,

ripensamenti

disquisizioni su di un passato che ormai non torna.

 

…e non te le scordi

i pomeriggi con l’amico fleshato

o con la tua migliore amica per negozi

ed i Natali e le Pasque passare

e noi sempre lì

in quello che chiamavamo  paesotto.

 

Lo guardi nella mente, è lì

come un giocattolo rotto

che non potrai più usare

ma che :

" perdio

se mi son divertito !! "

 

Stretto tra due stradoni

abbracciando chi viene

il mio quartiere è lì

e porta con la sua gente

anche il sorriso mio che vi ho lasciato

il cuore, qualche amico, egli anni più speciali della mia vita.

 

100_1897

 

 

 

foto e poesia di Marco Vasselli

Dedicato alla gente di Tor Sapienza

 

 

3 commenti

Universale è ….


 
Universale
è il rumore della pioggia sui vetri,
periferie trasandate
giovani amori
addii, ritoni
in un susseguirsi di notti e giorni.

Universale
è il pianto di un bimbo
che piange la madre persa,
è una giornata tersa che diviene il nulla più assoluto.

Universale
è una serata con gli amici,
il ricordo di mio padre
che ho sognato di raggiungere in volo,
o quel paese in Umbria
simile a mille e mille paesi
di contadini e vino.

Universale
è il giocare con Carlo e i suoi pennelli
un giocare che lo porta lontano
a seminare ciò in cui credo anch’io.

Universale
è ogni volta che son stato al bar di Mirko
a raccontare e lamentare
carenze di lavoro, d’affetto, di un amico che mi dice
"non te proccupà, ce penso io".

Universale è la coda della mia gatta che si arriccia
e le fusa e la sua compagnia.

Universale è il colore del giorno
quando dalla finestra
un nuovo sole si affaccia
e quei disperati che si fanno di roba cercano calore …
e le bagasce di cui quì vi ho narrato,
se ne tornano alle case.

Universale
è la gioia che passa
le cose che cambiano e che restano,
la foglia che piano si posa,
i colori di un fiore
e mille e mille e cento storie ancora
e mille giorni nuovi e nuove sere….

….questo è il mio mondo
che porto su quaderni di megabyte,
questo è il mio cuore
che ho disegnato con le dita…
dentro era vuoto
ed ho cercato di riempirlo
mettendoci dentro quello che vivo
perchè è come mi sento e vi sentite …
e se un angelo con gli anfibi
o chiunque altro
si ritrova in ciò che dico
avrò fatto
a mio misero modo
del bene

 
 Poesia di Marco Vasselli
Fotografia di Laura M.
Tutti i diritti sono riservati

 

Cuore - Foto di Laura M. - Tutti i diitti sono riservati

5 commenti

Gambadilegno a Parigi – Francesco De Gregori


 
E allora sognò Atene
e la sua bocca spalancata
E la sua mano da riscaldare
e la sua vita stonata
E quel suo mare senza onde
e la sua vita gelata
E allora sognò Atene
sotto una nevicata

Guardalo come cammina
ballerino di samba
E come inciampa in ogni spigolo
innamorato e ridicolo
Come guida la banda
come attraversa la strada
senza una gamba

Portami via da questa terra
da questa pubblica città
Da questo albergo tutto fatto a scale
da questa umidità
Dottoressa chiamata Aprile
che conosci l’inferno
Portami via da questo inverno
portami via da qua

E allora sognò Atene
e l’ospedale militare
Ed i soldati carichi di pioggia
e un compleanno da ricordare
Ed un ombrello sulla spiaggia
e un dopoguerra sul lungomare
E allora sognò il tempo
che lo voleva fermare

Guardalo come cammina
Lazzaro di Notre Dame
Come sta dritto nella tempesta
alla fermata del tram
Chiama un tassì si mette avanti
dai Campi Elisi alla Grande Arche
Gambadilegno avanti avanti
avanti marsch!

 
 
Ho voluto postare nel blog questa canzone di De Gregori, perchè in questo periodo mi sento un po come il personaggio della canzone. Credo ancora nei sogni !!

2 commenti

Breve ma intensa


 
Sapere il sapore
di mille sere spese a raccontare,
di scene e incontri,
di albe
di tramonti
consueti e speciali.
 
Silenzio nei viali
dove mi sono perso e ritrovato
tra il traffico della notte
o un mezzogiorno vociante,
o un fuoriporta, un pub
un bar di mezzosangue.
 
E’ questo sangue
che pulsa e scorre dentro le mie vene
che s’inebria di brezze
emozioni al ribasso
quel che ho dimenticato passo passo,
ritornerà nelle pieghe della memoria
ed io non l’avrò perso.
 
Io sempre uguale,
sempre simile, diverso
e adesso?
 
Non mi rimane che un mondo vivo attorno
che aspetta ancora
di essere narrato
da me
che imprigionato in un ieri di sorrisi
si stacca e vola
come farfalla ancora
breve ed intensa vita
di fiore in fiore
emozione in emozione
occhi negli occhi
mano sulla penna
passa da un foglio bianco
la felicità
la mia !!
 
Marco Vasselli
 

7 commenti

Tuttodunfiato


 
Dopotutto non mi lamento
prendo aria dai polmoni
dò respiro a ciò che sento
gioia disperazione
come solo mio ogni pensiero
come solo mio ogni momento
perchè lo vivo
perchè lo sento,
solo nel nulla
e scatterà la molla
che darà luogo e volo
a mille volte
 ancora
 
 
Marco Vasselli
 
 
La poesia porta lontano.gif - Gif di Alexis - Tutti i diritti sono riservati

2 commenti

Luna ( fuga da ieri )


 

 

  LUNA DI LUCE

CHE DA TE MI CONDUCE

FA BRILLARE

I TUOI CAPELLI

COSI’ LUNGHI

COSI’ BELLI.

 

LUNA DI PACE A MARE

CHE FA SVEGLIARE

TUTTI I PESCATORI

IN QUESTA NOTTE

LIVIDA DI CUORI.

 

STELLA SENZA TRAMONTO

MI PORTA VIA DA TE

DA TE CHE DORMI

E CHE NON MI DISTURBI

MA VOGLIO STAR LONTANO 

DA QUEI TUOI OCCHI FURBI.

 

LUNA DI PACE A MONTE

CI GUARDA DA LA’ SOPRA

CI ILLUMINA LA FRONTE

E NOI DISTESI QUA’

AD ASPETTAR DOMANI

MENTRE RITROVO

LE TUE NELLE MIE MANI.

 

QUANDO LA LUNA

SPARIRA’ NEL GIORNO

SARO’ LONTANO 

FUGGO AMICA MIA

TI SALUTO COSI’…

…UN BACIO ED UN ADDIO

 

 

 

MARCO VASSELLI

 

La poesia porta lontano.gif - Gif di Alexis - Tutti i diritti sono riservati

2 commenti

Certezze emotive


 
Dio ci sei ?
Dio…
ci sei ?
…no è che volevo chiederti un po di cosette…
Perchè la vita cambia,
cambia in peggio
e non ho più gli amici con cui passare un pomeriggio.
Perchè mi dai contro
perchè dopo il calore di un incontro,
sontanto il vuoto e il nulla e nulla più.
Che cosa ho lasciato mai in me di loro ?
Un buon ricordo .. quattro risate ..
per quiesto orgoglio che non ci riconciglia
io so che li consideravo una famiglia ..
io so, io so
che forse non torneranno
presi dal loro orgoglio a incapunirsi
per cui ero soltanto
una meteora di passaggio nella vita.
Ho bisogno di certezze emotive
loro lo sono ancora
perchè da qualche parte io lo so,
penseranno a me
come quello che li ha fatti sorridere
e al di la delle divergenze
delle distanze
sapranno ancora che in loro ancora credo.
Dio .. ci sei ?
No, non ci sei
se no altrimenti me li ridaresti
indietro come il tempo
in cui mattine passavano in un lampo.
Se nemmeno questo conta
se nemmeno quel ricordo serve ?
busseò alla loro porta
ancora .. ancora e ancora.
.. e tocca a me ricostruire i pezzi.
 
Marco Vasselli

11 commenti

Ne ho abbastanza


 
Ne ho abbastanza
di star chiuso quì
tra le pareti di una stanza
rimpiangendo il tempo
che viaggia .. viaggia
e non ti da più nulla.
 
Rimpianti quanti
e tanti bei momenti
fati di birre e amici
serate a cazzegiare.
 
E questo mio viaggiare si è stoppato,
il grigio soffoca
il grigio di una fede ormai perduta
nelle risate divenire muta
come una cosa irrisolta
insoluta
che mi lacera dentro
mi fa tirare i conti
scoprendo che non è più questo il tempo
quando quei giorni spensierati e lieti
coprivano di gioia la mia vita.
 
Cadono i miei pensieri
rancidi stantivi
come amicizie a termine
quì dove tutto ha un limite
tutto scade.
E impacchettati se ne stanno in me
tutti i tormenti alleviati
le lacrime per ridere di nulla
quello stesso nulla
che
divenuto un vicolo cieco
che non mi sopraffarà
non per adesso.
E impacchettati tutti i sorrisi
gli abbracci, ciò che mi faceva stare bene
cio che intendevo amici
è solo una passeggiata
un giro in bici.
 
Mi viene di pensare che l’amicizia vera non esista
ma solo momenti in cui si condivide
si stia bene insieme
e dopo c’e’ chi soffre e c’è chi ride
e dopo
quando è il momento in cui volevi affetto
già è ricambiato tutto
orgoglio, fierezza
allontanano
facendo di quei momenti di piacere
soltanto un bel sacchetto di monnezza.

3 commenti

Cuore di luce – Buon compleanno Valè


 
 
Buon compleanno Valè
buon compleanno …
tu che hai sempre un sorriso
anche quando le cose non vanno.
 
Che vivi e ridi
presa dalla tua vita
a colorare giornate insensate
con le parole più semplici e belle
ed a renderle perle.
 
Semplice come un fiore di campo
solare come la tua città
serena, incasinata
e vinta dalla vita mille volte
ti sei rialzata
andando sempre avanti.
Poesia ed impegno
e mille risa
e ingegno
spensieratezza e canto.
 
Io sono quà
a dirti che soltanto
vorrei vederti sempre come sei,
raggio di luce
in una notte triste
amica vera
come sono poche
cuore sincero
che pulsa nonostante
la stupida ignoranza della gente.
 
 
Marco Vasselli
per
Valeria M.
 

1 Commento

…e non mi resta….


 
 
…. e non mi resta …
che il rimpianto, il rammarico
il sapore di un’affetto svanito,
il vago ricordo d’un viso amato.
 
Mani incontrate
piedi che sgambettate via da me
verso incognite rotte che mai più saprò.
 
Chi siete stati per me
occhi felici, parole di conforto
e cene e feste ed ora ?
 
…il nulla…
 
e se ci fossimo comportati diversamente ?
se gli errori fatti
fossero riparabili
come gomme bucate
e ripartire
per nuovi viaggi asieme ?
 
Quanto dolore
e quanto vuoto adesso
adesso che
gocce cadono giù
da questa faccia
e tiepide e salate
mi ricordano che sono vivo,
 e che lo voglia o no
lo sconto fino infondo
questo sottile dolore cari miei …
 
Marco Vasselli

4 commenti

Il deserto nel cuore


 
Con il deserto nel cuore
intinsi in esso
la penna dell’amore
ed esso come calamaio
dove parole nuotatrici nel vuoto,
cercavano un perhè
alle mille domande non risposte.
 
Il vuoto non si colmò
ne con i giorni
ne tantomeno con uscite e risa.
 
Come riavere indietro gente e facce
che quel deserto coprivano di fiori ?
 
Quel che ne ebbi
fu solamente
un "Non te procupà…
…la vita è bella"
 
Non pieno appoggio,
e dove tutto grigio
cercai nel cuor deserto quei colori
che dal dserto cercai di tirar fuori
e come tavolozza
è ancora lì
mi da ancora la forza
di colorare
vuoti giorni acora.
 
Marco Vasselli
 
 
 

3 commenti

INVISIBILI – POESIA DI DANIELA G.


 

ASCOLTA!

non senti quel grido

ignorato da molti,

ignorato da tutti.

E’ un grido di pace,

è un grido d’amore,

è un grido di speranza,

che non cè più.

LO SENTO!

quel morso che 

mi stringe il cuore

quel nodo che

mi stringe in gola

quell’affanno che

non mi fa respirare.

LI VEDO!

gli occhi grandi che

chiedono aiuto,

lo sguardo perso

nel vuoto intorno,

la vita inutile che

li circonda,

i corpi fragili,

abbandonati.

INVISIBILI!

meno di niente,

meno della merda

che produciamo,

ignorati,

calpestati,

cancellati dall’uomo

e da Dio!

PIANGO!

perchè vorrei dare

a loro le possibilità

che non hanno,

vorrei regalargli

il sorriso che

hanno perso,

vorrei potergli far vedere

che la vita è anche bella,

vorrei asciugare

le loro lacrime,

vorrei che i miracoli

esistessero davvero,

vorrei cancellare

la loro solitudine,

vorrei che quando alzano gli occhi al cielo

sappiano ancora vedere le stelle,

sappiano ancora avere dei sogni,

sappiano innamorarsi,

sappiano sorridere,

sappiano giocare,

sappiano amare…

la vita che gli è stata negata!

 

Per questa meravigliosa poesia devo ringraziare Daniela G., un’amica speciale che da ben 2 anni legge costantemente ciò che propongo nel blog. La sua sensibilità e la sua freschezza la si nota anche da ciò che propone nel suo interessantissimo spazio.In questo spicchio di web troverete il mondo di una ragazza semplice dal cuore d’oro, lei aiuta realmente gli "invisibili", lei da un po di se a tutti coloro che vogliono una mano, lei sostiene che i sogni aiutino a vivere ed io aggiungerei che tante e tante volte, in situazioni difficili anche lei lo ha fatto con me. GRAZIE DADA TI VOGLIO BENE !!

 

4 commenti

Una parte del mio mondo ( A Laura )


 

Cuore - Foto di Laura M. - Tutti i diitti sono riservati

 

Questa sera
ho il deserto nel cuore,
mi sento vuoto
come quel cuore fatto di dita che mi regalasti.

Manco sei andata via che già mi manchi
sono emotivo sono emotivo
è questa la spiegazione.

Ma come minimizzare tuto questo
come dare spiegazione
che un pezzo di me
amica con la Canon
è andato sbattendo tutto all’aria ciò che è stato ?

Un momento di rabbia?
Tristezza mista
a voglia di cambiare ?
…e chi lo sà…
io non lo so sapere…

Non sò sapere
come sarà domani
senza quella che mi induceva a ragionare,
pensare al mondo
che è tutto un mondezzaio.

Mi hai donato la tua amicizia
mi hai presentato il tuo universo
giorno per giorno
fianco a fianco
passo passo …
.. e passo passo
m’accorgo che finisce
che non resta nulla
se non qualche foto che avro’ paura di prendere
per non ricordare la felicità di un volo di due anni
scandendoci i sorrisi e le paure
al suono dei Marlene ed una birra.

In bocca al lupo Laura
per come sarai domani
spero solo domani
porterai nei tuoi ricordi
questo tuo amico sciocco
che come un bambino sta per piangere.

Auguro a Laura M.tutto il bene del mondo mentre io perdo una parte del mio.

Marco Vasselli

 

 

 

6 commenti

Viali di vetro


 

La poesia porta lontano.gif - Gif di Alexis - Tutti i diritti sono riservati

 

 

Per le energie dissipate

nel coltivare in campi sterili,

per la tua calma

quando tutti intorno isterici,

ti dicevano “Corri poeta corri !!”,

per avere un pezzo da raccontare di questa strada fatta e da fare.


Poeta sei stato

lo sei e lo sarai

fin quando pioggia cadrà sopra le tegole di Ottobre,

fin quando un gallo canterà mattine,

un bimbo e un cane a spasso,

un lieto fine

da raccontare

su ottenari scoscesi e liberi

dissestati e dissennati.


Liberi come piene di fiume

che sdraripano parole e sentimenti,

perchè è quello che sei

quello che senti,

che ti fa essere vivo,

nudo e al di sopra

di una squallida vita mediocre e superficiale

gretta, banale e sciocca.


Liberi di parlare in faccia al mondo,

di guardare tetti in fiamme

su un terrazzo in Agosto

liberi dall’avere un prezzo

liberi ad ogni costo.


Spegnerai la luce,

immaginerai parole,

ti rialzerai per appuntarle al volo

ti rialzerai per dar colore e forma

alla tua vita

che non è banale,non è una proforma

ma va vissuta dosando al giusto metro

quei sentimenti,

che su viali di vetro appannato

camminasti scrivendoci sopra con un dito.

 

Marco Vasselli


4 commenti

LiveTerra

I think therefore I am

Traumaticpoetry

#unsaidwords #lost #pratik

Diario di un non scrittore

Perché, in fondo, non so scrivere

Virtualidades

Blog do jornalista e professor Solon Saldanha

遊民ジャーナル

我思わぬ 故に我なし

Il mio viaggio

I viaggi della vita attraverso il lavoro, il cibo, i luoghi, le curiosità, la musica, le esperienze vissute e attuali, un viaggio nel tempo in continua evoluzione.

bArfaNi bAbA

Me, My City and My Traveling

Bonnywood Manor

Peace. Tranquility. Insanity.

Luna

Pen to paper.

The Tragedy Kween

A boisterous introvert illustrating her way through life.

Desert flower

living in the vibe of my emotions

Has-sent-i-do-que.blog

Has sentido que...

sonidodeansar.wordpress.com/

Viaja a través de las páginas y escucha...

ladypdiaryhome.wordpress.com/

Everyone feels glum, distressed, or perturbed as a result of life's experiences; but if these feelings last for a long time, they disrupt your life. Learning to notice and identify these feelings and mastering the habits of a healthy lifestyle takes practice. I will be sharing my personal stories and stories of individuals (on emotional issues) whose names won't be mentioned. Most of these stories will be written in the first person narrative. Promising you a noteworthy read! Cheers!

Verses Inked©

We set the ink down, on the streets of the town. where Eternity Stand Confound.

lifehubhome.wordpress.com/

Short articles to bring inspiration to people.

Alescritor

Relatos cortos y proyectos de escritor

Prefiero quedarme en casa

Un blog sobre lo que me gusta escribir

Johnny Jones

Edinburgh author of the Zander Trilogy

#AMIGOSDECENA

NU E CRU!

Word to Picture

Graphic Recording and Visual Storytelling Services

AYUBOWAN LIFE

Wish For Long Life

📖 Gioia per i libri 📖

Recensioni - Poesie - Aforismi

THINK DIRECTLY

book of knowledge and information

Cinzia and Holger's Travel Blog

TRAVELLING WITH AN EXPEDITION TRUCK

Rachana Dhaka

Have a dream and live it. This is about my work, human rights, people in social field, law, poetry, opinions, knowledge, relationships, drawings, nature, love, imagination and whatever you can think of. ज़िन्दगी बिंदास जियो दोस्तों.

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Quattordicesimo anno ♥     

K P RAM

Princess of my father..

IL CANTO DEGLI OCCHI

Possiedo il canto degli occhi, possiedo il profumo della dolcezza!

Omwony writes

Lifestyle | Entertainment

dokala.art.blog

مدونة صحفية.

Figlia dei Fiori "Poisoned Flower"

Mi guardo intorno, ma senza esagerare, traendo le conclusioni che condizionano la mia vita.

ilpensierononlineare

Riflessioni e sguardi non lineari sulla Psicologia

La Mente Creativa

Blog a cura di Leonardo Scala

necessito arte

la chiave è comunicare

Màvadoetorno

Voglio sconfinare, andare al di là di qualsiasi orizzonte del pregiudizio per godermi l'infinito della diversità

EfectiVida - Efectividad, organización, productividad y desarrollo personal

En EfectiVida hablamos de eficacia, eficiencia y efectividad. También de gestión del tiempo, productividad, organización y desarrollo personal. Pero todo, sin olvidar las cosas IMPORTANTES. Porque… ¿para qué serviría la efectividad si no nos ayuda a disfrutar de la vida?

Prophetpedia

Trending facts and tech Stuffs

Ex Floppartista

Per volare alto imparai a cadere con stile!

Comodamentesedute

un angolo confortevole dove potersi raccontare

The other side to the knowns

Write what you feel, coz it doesn't make you fear

Dove una poesia può arrivare

"Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso" ~ Fabrizio Caramagna ~

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: