Archivio per la categoria Istantanee

Essenze


Il caffè la mattina
il freddo in fermata
l’Invero a finire
e mille cose dette
mille da dire .
Bus di gente
lampadine di stelle
poche e fioche
freddo che taglia il viso
crackers.
Musica
auricolari
viaggio nel viaggio
altrove
Marco Vasselli
© Tutti i diritti sono riservati

, , , , , ,

2 commenti

Malinconia


 

Giorni concatenati come rime

sempre a chiedermi qui :

perchè non torni ?!

Giorni dispersi

e astratti come nubi

quando è che penso a quei tuoi occhi furbi

il cielo ingombra

ci sono solo loro

 

Marco Vasselli

© Tutti i diritti sono riservati

, , , ,

4 commenti

Frasi parole e strofe


 
In qualche istante
frasi parole e strofe a intersecarsi
come che per la tela del pittore esse il colore
per raccontarti gioia del divenire
oppur la noia o chissà quale evento.
 
E questo è ciò che sento e quì lo faccio
così lo faccio
e con la penna dall’anima ricaccio
frasi parole e strofe
per dire che
i colori d’un fiore sono quelli che lo distinguono,
che sono suoi,
nessuno glieli toglie
o delle cose
che ho imparato a capire
e tutto quanto quel che porto in cuore
da un’infanzia di periferica parvenza
la bell’adolescenza e adesso uomo
quello che vi narra
di sere di chitarra con gli amici
che ascolta quel che dici
e ne riporta qui miei o tuoi pensieri
sia esso il più meraviglioso dei sorrisi,
sia esso crisi o pianto o resa
battaglia combattuta fianco a fianco.
 
Chiunque venga, chiunque se ne vada
scopro che poi non sen’è andato mai
perchè la pianta è amore
il frutto amico
come la mela non cade quasi mai
lontana all’albero se te la sai tenere
come un prezioso dono
di Dio o di chi
chi lo potrà mai dire,
so solo che
miserrimo poeta da due lire
vivo parole e strofe sulla pelle
come la pioggia a scroscio di dicembre che bagna i pianti
o il sole in luglio
che ride sopra d’un arido di campi
tesi all’Estate
e che rinasceranno
come la vita nasce pasce e muore
milioni di ore
milioni di giorni forse
non so
non sono un mago a dar di conto
ma a briglia sciolta scrivo
con l’anima rivolta a quel che vivo
e : " I feel so happy "
o " Vattenaffanculo "
da cuore a penna come in un tutt’uno
son essi vita e te lo narro in versi,
versi parole e strofe finche campo.
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 
 

4 commenti

Stanco ma felice


 
Stanco d’un mondo assillante
che mi pne domande, talvolta assente
come un mare in tempesta che non m’aiuta,
sono felice di ritrovare
in un pezzo di vita vissuta
il vero senso della giusta strada
e andrai e andrò
a raccontar di quello
felice d’esser
felice d’esser stato
avanti andrò
sempre e comunque
con il sorriso
e con il sole dentro
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 

8 commenti

E dove tutti sperano in un lieto fine …


 
Ed eccolo li.
che quando tutti sperano in un lieto fine,
o lieto o meno la fine non c’è mai.
 
E’ tutto in evoluzione
in involuzione
in un cammino
che metro per metro
ci viene ridisegnato .
 
Metro per metro
da una mano che detta fato
ci porta indietro altrove
o avanti o che ci fa restar fermi
ad ammirar tramonti
dipinger albe
e scrivere in quaderni e dentro il cuore
di questa vita .
questo spettacolo che lieto fine è sempre l’amor che hai dato.
 
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 

7 commenti

Kharon Gillian


 
 
 

8 commenti

Martina


 
 

3 commenti

Alexis


Lascia un commento

Cristalli nel fango


 
Passare di giorni di notti,
a volte calme, come d’incanto andare tutto attorno,
e vivi un sogno
e tu ci vivi dentro,
che bello
pensi.
 
Tieni a mente quei giorni,
ti saranno d’aiuto
e porteranno un sorriso
quando le cose andranno meno bene.
 
Come cristalli
nel fango in cui sarai,
saranno luce preziosa
quella che tornerà
ed assieme essi
e di una luce nuovamente andrai
 
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 

6 commenti

.. e potrei …


 
Potrei andare al Gianicolo
a guardarmi dall’alto Roma,
o stare seduto in poltrona
a leggere " Il diario del Che in Bolivia "
e potrei guardare in tivù Braccio di Ferro
e pensar di mangiare spinaci anch’io,
fare la corte a Olivia.
 
E potrei andare a Panama,
o a Montileto tra le colline umbre
potrei  guidare una spider
sulla Statale per Canicattì
evitando le curve
ma mi va bene così.
 
Potrei assistere a un concerto rock
mangiare in secchio di Crick Crock
o fare a botte con un cotton fiock
mentre la radio suona " We are the Champions ",
pensare che i campioni sono pochi
solo gli amici che al di la di giochi,
sanno capirmi dentro ed accettarmi.
 
Potrei andare libero per prati
a caccia di perizomi leopardati per fare una musa al mese
un verso un ballo un canto trai più sciocchi,
ma cazzarolia come son belli gli occhi
dietro questi miei occhiali,
mentre si accendono a questa Primavera.
 
E mentre il tempo passa e viene sera,
m’accorgo che quando guardo stà tastiera,
mi viene in mente che prima è stata penna e block note
di giorni belli od occasioni vuote,
questo non so,
so solo che finchè sento il mondo dentro,
dal mio di dentro dovrà venire fuori
come la Primavra fa dei fiori
la cosa bella da chiamare vita.
 
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 

3 commenti

E’ solo un lampo, è solo poesia


 
E’ tutto rapido, veloce,
come passare dalla croce al lieve
l’ebrezza d’una sera
con questa penna in mano che diviene tastiera
e la mattina sera
e il cuore batte
quasi a scandire ore
d’un mondo ch’ amo
e che non posso negar d’amare
per ogni attimo di stupore
andare avanti
 
e andrò !!
 
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 
 
 

Lascia un commento

Poesia lieve


 
E’ ridere di nulla,
è leggerezza
è vento in faccia e sole che mi scalda.
 
E’ Primavera
rinascer d’emozioni è gioia,
è brezza,
che del perduto senso ho ritrovato
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 

3 commenti

E’ la mia penna !!


 
Essa è la mia voce laddove le parole non oserebbero, 
 è il mio ombrello quando la vita piove giù di giorni dannati
 e porta gioia ad altri e ristora il cuore.

Essa è il ponte trai sogni e il reale
 e l’animo,
 l’animo scritto che ognuno di noi ha dentro,
 che così ho,
 abbiamo modo di tirar fuori.
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 

 

2 commenti

Primavera anche per me


 
Frizzante come una bottiglia di gazzosa
bello come una rosa
anche se malandato a volte
vado
con chiaro in mente quel che s’ha da fare
come farlo non so
ma
adesso so di nuovo la gioia
Primavera finalmente viene anche per me !!
 
 
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 
 
 

Lascia un commento

E’ come un abito di note e strofe


 
La musica in sottofondo quella di sempre
riempie questo silenzio tra ieri e oggi
e mi domando
" ma Vassè t’accorgi,
di come le sensazioni son le stesse
di quando l’ascoltasti la prima volta ? "
 
E’ come avere il metro e il verso apposta
per ogni nota o verso di canzone
come vestito adatto per ogni emozione,
è come fotografare dei momenti
del tempo che lento passò
come un bradiupo
se ne resta appeso
all’albero radicato nei ricordi.
 
 
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 

Lascia un commento

Destinazioni


 
Parole,
sensazioni,
emozioni,
desinazione :  il cuore
habitat :  l’anima
e senti di un caldo che stringe forte
quando che lì attorno il freddo ti ucciderebbe.
 
Senti tepore ai sensi
relax
voglia di ritrovare
di itrovarci
come treni di affetti
verso di un  dove
verso dopo verso
strada da camminare e da spartire.
 
Battaglie di cumuli di macerie ,
poi di lì dentro di nuovo quiete
e lo sbocciar d’un fiore.
 
Spande la primavera ormai alle porte
i colori di arcobaleni di mille toni
e noi ,
come vagoni
l’uno di fila all’altro
sopra binari di giorni un po più sereni
saremo pronti a nuove destinazioni.
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 

4 commenti

Cadono


 
Cadono amicizie
cadono lacrime,
cadono amore e imperi,
gocce di pioggia e giorni
cadono
e si rialzano
poveri Cristi appesi e tristi
ha questa croce che ha per nome vita
cadono
come cenere tra le dita
lampi che bruciano di brace ardente
come che arde
ferita ancora aperta
sconfitta mai passata sino infondo
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 

3 commenti

Il silenzio dell’anima


 
Lacrime di pioggia,
il silenzio dell’anima
eppure pulsa questo mio cuore di sangue vivo
come la calce fresca
dei muri riedificati dal disappunto.
 
Solitutine a fiumi
o fragorose risate a scoppiarmi in volto,
credevo di averti persa
ma ho ritrovato molto.
 
Stai lì in silenzio
forse non so sapere cosa vuoi dire
forse avrà un senso a se questo dolore
lenito dalla presenza di chi non c’era
e ,
d’un tratto
come temporale rigenerante
or giunge a me
con il viso di bella donna che io conosco
e di cui so
che il silenzio profondo non dormirà
non è piombo stavolta,
 ti voglio bene  !!
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 

Lascia un commento

Filastrocche narreranno


 
Filastrocche narreranno
di come l’uomo e il poeta persero amici
trovaron serpi che tennero nei sogni
di là del vetro
come di non potere e non provare altro che rabbia.
 
Filastrocche narreranno
della sua amica
quella che è sempre stata
la parte meno greve in questo viaggio,
la penna narratrice che si mosse
sopra dei fogli blianchi
semplici e lievi parole
a consolare genti
amici e intenti tanti e quei momenti
come a giocar di sponda coi ricordi
tornano vivi anch’essi.
 
Sia di di una spiaggia marchigiana,
di un sole che tramonta livido a Boston,
sia esso la campagna toscana
o quattro strade dissestate del suo quartiere,
il poeta narrava.
 
Anelando di ricordi e di ritorni,
esso vide la luce d’un’era
ricominciare come dopo la notte tanto freddo
e
oltre quel freddo l’alba
dove camminerà e cammineranno
tutti coloro i quali
han dato peso al metro e al giusto verso,
mangiando il pane assieme
fumando su terrazze d’un’isolotto
lontan da chi
solo per far salotto
derise a oltranza.
 
Filastrocche narreranno
di incubi diurni
come che del lavoro la carenza
come che del razzismo
e il peggio
e il meglio
di questo mondo
pallina blu nel vuoto
dove poeta stette ad aspettare
nuove parole
e verso
e ispirazione.
 
Riprese così il cammino
da Tokio a Liverpool
New York e Quarticciolo,
urlo d’un cuore solo
che guardando attorno
vide Matera e i Sassi
Milano,
 poi Napoli, 
poi Roma
come la mamma
chead abbracciar gli disse:
 " Bentornato !! "
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 

Lascia un commento

Torna a parlare il cuore


 
Torna a parlare il cuore,
ma non d’amore, non in senso stretto
l’amore vero lo sa solo Dio,
e forse un poco anch’io
forse mentre lo scrivo pure io.
 
Grezzo come una mattonella di terracotta
ma un uomo buono
che se nel cesto del suo portapranzo ha una pagnotta,
vuol far metà per uno
spesso incappando in chi fece con lui il figlio di sua mamma.
 
Ma dopo una vasta gamma di sofferenze,
è bello levar lo sguardo da stò fango,
la verso il cielo
dove aquilone fui
e tu quel vento che lo trascinava.
 
Dopo la guerra e il freddo,
quello interiore dico,
neppure al polo ce ne sarebbe meglio,
ecco che ritornasti
pronta a riprendere
da dove eravamo rimasti.
 
Sorriso dentro
e nuovo sguardo all’oltre,
dove l’altrui giudizio più non vale,
dove che ripartire a poco a poco
sarà speranza gioia ed amicizia
e dalla notte che più bella inizia
quest’alba che c’illumina i ricordi
dov’eravamo noi
dov’eravamo
io e te aquilone e vento e tutto intorno
lo scomparir di genti e giorni assurdi.
 
Riportami dove tu sai per quei viali
dove diversi e eguali camminammo
io l’aquilone con te il vento dentro.
 
 
 
Marco Vasselli
 

© Tutti i diritti sono riservati

 

Lascia un commento

Fabrizio De Andrè – Girotondo


 
"La guerra è dappertutto
marcondirondero
la terra è tutta un lutto
chi ci salverà …"
 
 
 
Se verrà la guerra - Photo by Marco V. Editing by Laura M.
 
 
 
 
 Omaggio a Fabrizùio De Andrè
 
Foto di Marco Vasselli
editing di Laura M.
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 
 

Lascia un commento

Viaggia la notte


 
Viaggia la notte viaggia
tra quello che sono stato fino ad ora
e quello che dovrà essere domani.
 
Uscito come dal guscio della malinconia,
riprendo la strada
con il cuor leggero
come sorriso dentro ripartire,
da zero
dove le stelle sembravano smentire
ho viaggiato il dolore
l’ho combattuto soccombendo
dietro le false risa di idioti.
 
La luna è là
e oltre la luna il nulla
e ciò che sò
che il nulla mi è bastato
a aver capito quel che io smarrito,
ritroverò
nelle pieghe ora gaie del tempo
per il tempo che deve arrivare.
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 

Lascia un commento

Notturna


 
Notturna
come che nel domani c’è il sorriso
come di pioggia intriso
ogni lacrima scivolata in viso
d’ogni qualunque uomo che ho incontrato
o donna, amico o amica o chissaccosa.
 
Notturna
è una frase che mi viaggia dentro
che porta a scrivere
come lo sto facendo
lontano dalla logica
che se non mostro non vendo.
 
Non si vende l’arte
non la mia
la condivido con un chicchessia
che le emozioni prova come le mie le stesse
e non lo faccio a fine d’interesse
non batte cassa questa penna nera
questa tastiera vaga
tra ieri e oggi
come nel limbo delle vane attese,
di strade fatte da continuare
con quelli che come me c’è la passione.
 
Ma la passione è piacere
è sofferenza la passione
è un tram tram d’emozioni
è la risata dei bar del mio quartiere
la sciapa voglia a volte di imbrattare
con quello che mi passa dentro al cuore.
 
Notturna e calma,
dove la mente spegne l’odio e amore
solo emozione pura
senza rumore o paura
senza artifici
solo animo
solo scritto
solo in me stesso che ti porta altrove.
 
Dove non so,
se lo sapessi forse,
non resterei a scrivere di borse
dove ho riposto sogni, e risa,
speranze e essenze
di me di voi
di fragili esistenze
che ad ogni modo porto sempre in me.
 
Marco vasselli
© Tutti i diritti sono riservati
 

2 commenti

Talvolta


 
Talvolta credo
che tre anni spesi bene
sian meglio di tre minuti di aria fritta.
 
Talvolta
penso al passato con nostalgia
con rabbia forse
ma infondo penso che va bene uguale.
 
Sorrido vivo,scrivo
e sogno e mangio e dormo e faccio il resto.
 
Talvota credo
che chi c’e’ adesso
alcuni per lo meno
non han nemmeno l’unghia del dito mignolo
di chi c’era quì prima.
 
Forse perchè come si dice a volte
le cose vecchie sono le migliori,
ma mi va bene così
va bene uguale.
 
Puoi vedermi sorridere
o vivere e scrivere
o piangere sulla bolletta da pagare,
ma che ne sa la gente
gente a cui dai un grammo di confidenza
e ti ritrovi con un chilo di paranoie.
 
E prima il riso veniva dal cuore
adesso
che la vita ha indurito il mio
diffido da chi ti dice dopo un’ora
ti voglio bene e t’amo
che dice di conoscerti
ma infondo
gli ho fatto solo quello da consolare
da consigliare
il ripiego dei pomeriggi.
 
Io sono un uomo
so quello che valgo
carattere spigoloso e motivato
che tempo fa imparai
che ci sta sempre
una ragione per ogni cosa.
 
Talvolta
quando finisce sera e viene notte
rimango sveglio
al lume del mio cuore
che ancora batte per un tutto e un niente
e scivola
come inchiostro di penna nera
su tutta l’ignoranza della gente
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 

Lascia un commento

Libero sfogo


 
Questo intervento, neppure troppo impegnativo per me, nasce dall’esigenza non tanto mia, ma di un certo tipo di lettori di scrivere cose fuoriluogo nei commenti, così qualora avessero voglia di farlo potranno sempre mettere questa pagina nei preferiti e scriverne quì. Lasciando alla poesia fare il ruolo della poesia, alla musica della musica ed alla fotografia quello della fotografia. Prendete nota allora, fatelo se mi volete bene perchè sono stufo di alterarmi per questo.
 
Cordiali saluti
 
 
 
Marco Vasselli

Lascia un commento

Come a spiccare voli di aironi


 
Anni volati via
come a spiccare il volo d’aironi,
noi non avemmo fretta ne tantomento padroni.
 
Tra una risata,
un " a domani "
e quel sorriso d’occhi che acora porto
come parte preziosa nascosta in cuore,
che a volte torna,
come sottile dolore
ma ancor mi sprona
a intestardirmi
su quello che in questo mondo non funziona
e che lo devo a te ad ogni modo
comunque sia il finale,
scopri che non c’e’ mai.
 
Ricordi come di zaini da portare
perchè il passato non lo si può azzittire
ma che era bello
il viaggio condiviso
altro che sì
ed ora
quel sorriso
ricordo di quel bel tempo che non è
che ad ogni modo terrò quì
dentro me
 
 
Marco Vasselli a Laura M.
 

© Tutti i diritti sono riservati

 

 

7 commenti

Stupida è la poesia


 
Stupida è la poesia
quando dice che il sogno più bello
è quello che non abbiamo fatto
perchè forse non lo faremo mai
così ci rode.
 
Stupida è la poesia
quando dice
che il viaggio più bello
è quello nel posto dove non siamo ancora stati
perchè forse non ci andremo mai
così ci rode
 
Stupida è la poesia
se dice che l’amor più bello
è quello che nopn abbiamo ancor provato
e se non lo proveremo mai ?
o se ce lo siamo lasciato dietro ?
ci roderebbe ancora
e ancora
e ancora,
vale per me come per tutti quanti,
ma il mio vantaggio
è di parlarne
proprio e anche grazie
a questa strana arte
chiamata poesia
stupida per com’è
trasfora il nulla
in viali di parole
dove trovare altrove
il viaggio nel posto dove mai saremo
il sogno che mai sognammo
e
sopra un foglio di mezzo grammo
io vivo !!
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 

9 commenti

… e dice che è Natale !!


 
… e dice che è Natale, mio Signore,
dice che è un tempo in cui sei nato tu
dice che antichi fasti dei romani
festeggiavano Giove, l’arrivo dell’Inverno,
dice che poi un giorno
il padreterno
ci regalò suo figlio ed un fratello.
 
… e dice che è Natale,
ma vedo cuori infranti e intenti tanti,
in questo circo asettico tra ballerini, prostitute, Santi,
di quelli finti oh,
sai quelli che
con una mano donano anche il cuore,
e già con l’altra,
pronti a raccimolare,
quel che da amore se ne puo’ cavare …
 
… e dice che è Natale,
vallo a spiegare altrove,
dove c’è guerra e fame e carestia,
dove che i bimbi se li porta via
l’umana fede, persa per religione,
o multinazionali a cucir scarpe.
 
… e dice che è Natale,
dove c’è un popolo eletto,
preso d’assalto da questo mondo infausto,
e nel tuo nome fa la guerra ad altri
col loro Dio, che dicono che è grande,
ma dite fate gare di grandezza ?
 
Il cuore è rotto e sanguina,
il mio, quello degli altri e ti ho pregato
ma non trovando mai risposte certe.
 
Teso, preso da vipere e scoperte
di cose che
ne avrei già fatto a meno,
e dice la vita è un treno
ed io ne ho persi,
uno, due o tre diversi
e vedo merda intorno caro Lei,
che la metà ne basterebbe appena
per concimarci tutti i Campi Elisi.
 
E vile tempo
è assurdo
è questa crisi,
sfogo in un pianto che non capirai.
 
Dice che un tempo nuotavam nell’aria
te ed un’amica andata che tu sai,
dice che un tempo cen’era un’altra ancora
che riteneva me come un fratello,
ed era bello, sì
era proprio bello
quando con un amico che conosci andammo i lungo e in largo a far baldoria.
 
… e dice che è Natale,
e dice che quel tempo è solo un ieri
che non rivedo che
in rantoli di memoria,
che
come i fiocchi di neve assurda
cadono e coprono questa mia odierna merda !!
 
 
 
Marco Vasselli
 
© Tutti i diritti sono riservati
 
 
A questo 2009 che se ne va,
a Dio che mi ascolti e non badi alla forma ma al contenuto
 
 
 
 

3 commenti

L’Inverno alla porta


 
" … ma dimmi,
non senti anche tu l’Inverno che bussa alla porta ? "
 
" Lo sento sì,
ma dimme te se è questa l’ora
de rompe i cojoni a casa dell’artri !! "
 
 
Marco Vasselli

2 commenti

La mano al cielo


 
Tesi la mano al cielo
lui non a me,
e ancor me ne dispiaccio !!
 
 
Marco vasselli

2 commenti

Ogni tanto


 
Ogni tanto nostalgia del tempo che fu
degli amici che non ho piu’
malinconia, passato
coerenza, rassegnazione,
poi il sole,
un sorriso,
un bacio
una arrivederci a domani
e mi accorgo che la vita va avanti
metro dopo metro
ora rapidamente
ora greve
ma bella e breve sei
piccolo viaggio mio
dove mi porti ?
 
Lo scoprirò domani
 
Marco Vasselli
 

2 commenti

…ed io che quì


 
… ed io che quì
continuo a spiegare il significato delle poesie, come se soppesare le parole,
equivalesse ad alleviar dolore.
 
Se così fosse,
nè metro ne licenza
assediato da pozzi di scienza
che vedono sempre oltre il giusto senso.
 
Fosse stato così miei cari
scrivevo prosa
 
Marco Vasselli
 

7 commenti

Giorni che piove


 
" Son giorni e giorni che piove "
 
" Ma cosa dici, guarda che sole, sembra Primavera "
 
" Io non dicevo quì, ma piove in me,
 
anche se sembra sia sole a Primavera "
 
 
 
Marco Vasselli

Lascia un commento

Restart


 
Un’istantanea
FLASH
e si riparte
e chi c’era c’è
che sta nel cuore,
chi ci sarà
chissà
e si riparte
con un cartoccio di pensieri per le mani
e l’oggi che diventa domani
quando la notte scolora
e l’alba purpurea appare
e si riparte
lsasciandosi sperare
 
 
Marco Vasselli
 
 

Lascia un commento

Dimenticare a prescindere


A prescindere dal bene che t’ho voluto
chinando la testa più e più volte,
ammettendo degli errori, anche quando essi forse non c’erano.

A prescindere che c’era un cuore di mani, un tavolino
con una penna ed un block notes,
ed una Canon, e mille e mille storie.

Che ce ne stavamo a sorridere con le lacrime agli occhi
che mi hai insegnato e ho capito
che l’amicizia non è un bene di consumo,
e che ben pochi possono chiamarsi tali,
perchè sempre dietro le spalle ti parleranno
e li avrai
come dei post it giallo limone con scritto  " muori ! ".

A prescindere che c’era Smigol, o Er Monnezza
e i mille appellativi con cui chiamarmi,
e c’era Puzzoletta, Magdalena,
o Musa di Nessuno o Capocciona.

A prescindere dalle paure che mi sono preso
quando che tutto il mondo ti dava contro
e da quel nostro incontro
come nella canzone di Baglioni,
ma senza fotografie, senza rimpianti
e poi da tutti tutti quanti i momenti,
in cui proprio non te la senti
e vorresti volare basso
se no ti sparano come al tiro al piattello.

Ed a prescidere che mi sentivo per te quasi un fratello,
divenuto un fardello.

A prescindere dalla rabbia,
devo dimenticare
che ho imparato a capire
che i sogni si realizzano
e che c’è sempre un motivo per ogni cosa,
perchè :
nè sogno s’è realizzato ,
nè tantomeno vedo quel motivo
che t’ha portato a credere in due giorni
che fossi un pocodibuono,
uno stantivo e schietto,
modo di ricordarti
che fatti i giochi,
con Alexis e Marty,
quando tutti servili t’aiutavamo,
non è rimasto molto,
se non il fatto che t’ho voluto bene,
se non il fatto che devo stare bene.

Troppi ne troverai di malviventi
fuori da quella porta amica mia,
ma questa volta non ci sarò più io,
sceso dal podio per far posto ad altri.

Ricordati soltanto
che ci vuol tempo per fare un’amicizia,
ma è il non capire
che la butta all’aria.

Marco Vasselli

5 commenti

E’ l’aurora


 

… ed ecco l’Aurora.
Deliziosa con i suoi colori tenui e delicati.
Quel divenire si trasforma in certezza,
quel divenire lascia in bocca un sapore di sazio.
Aurora,Alba, Mattino, Pomeriggio, Tramonto, Crepuscolo, Sera… Notte!
Di nuovo la notte con i suoi passi "felpati".
… in Armonia

Poesia scritta da Armomia
Tutti i diritti sono riservati

3 commenti

Sassi al lago


 
Siamo dei sassi al lago che balzellano,
lanciati al grande lago della vita.
Non ci è dato sapere la forza oppur la grazia
di questo guizzo che ci spinge oltre,
ma l’oltre già finisce
ed affondiamo.
 
 
Marco Vasselli
 
 

2 commenti

Quante stelle nel cielo


 
" Guarda che bello il cielo,
che vi saranno un milione di stelle credi ? "
" Stronzo, ne manca una, conta bene !! "
 
 
Marco Vasselli

7 commenti

Bambolina senzasenso


 
Con un vestitino sgargiante color del cielo,
me ne frego altamente di chi ha bisogno,
oh che belli i fiorellini nel giardino del mio vicino,
ma l’erba del mio vicino è sempre più verde.
 
E con scarpette di cristallo
la bambolina del carillon felice danza
e al ritmo del valzerino di Re Luigi
mi esento da aver problemi temporeggiando.
 
E non mi importa se chi c’è stato c’è stato male,
la bambolina del carillon
che vive nella casa di marzapane
che dice le favolette
doveva ricolorare le nuvolette.
 
Con un balzello in avanti
una piroetta all’indietro
e con la scusa che il mondo esista se ne ha bisogno,
la bambolina simula astuta comprensione
al fin di raccattar qualche consenso.
 
Ma tu dov’eri  bambolina vestita a festa,
mentre per lunghi mesi qualcuno seppe
tirare avanti e stringere un pò i denti,
per tutti i suoi dolori, questi e quelli ?!
 
Ma tu dov’eri bambolina cara,
quando la plebe ti acclamava forte ?
forse per colorare di frasette
le nuvolette
e i fiori sul balconcino
dimenticasti tutti
questi e quegli altri amici
e ancora dici
di cose senza senso.
 
 
Marco Vasselli
 

1 Commento

VideoPoesia – Buon compleanno Manu


 

 

 

Questo è un piccolo pensiero che ho avuto per Manu nel giorno del suo compleanno qualche giorno fa

Grazie perchè mi hai aiutato in un momento in cui proprio non cel’avrei fatta da solo

Marco Vasselli

 

 

3 commenti

Che cosa vuoi che dica ?


 
Cosa vuoi che dica ?
che sono triste,
così poi ne gioisci,
o che sono felice
affinche poi me la tiri ?
Bah
io taccio !!
 
 
 
Marco Vasselli
 

4 commenti

Oltre quel monte


 
… ed il poeta
perse la sua musa
ed andò avanti
con cuore e bocca chiusa
affinche non uscissero cose che potevano essere travisate
sapete,
la gente è maestra in questo.
 
Mai nessuna più
amica come lei
dalla quale si faceva chiamare Smigol
e dalla quale
ebbe in regalo un cuore
un cuore fatto di dita
mani a ricordare
di quando per mano
percorsero mille giorni
ad affrontare il mare
come quell che lei
da una finestra di casa sua
vede
oltre il Monte Conero
dove uno spicchio di ieri ancora c’è.
 
 
Marco Vasselli
a L.M.
 

1 Commento

Mentre continua il silenzio


 
Qualcuno mi raccontò di viaggi ed emozioni
e del suo posto dov’era sempre uguale
la vita e la routine
e dei suoi amici
 della sua cagnetta.
 
Qualcuno mi incoraggiò
a scrivere dei libri
anzichè stare
solo nel vostro web.
 
Mi disse
" Sono felice di essere tua amica "
e me lo dimostrò mille e più volte,
ma senza sprechi di inutili parole,
lo sapevo,
glielo lessi nel cuore,
mi bastava
mi dava stima
forza,
coraggio.
 
E quando sembrava persa la meta del viaggio
ripartivamo insieme :
lei con zaino e Canon
ed io con il mio piccolo taqquino
ed era bella ogni scoperta
o fermarsi nel cammino
di incomprensioni o gioie
che ci hanno visto spesso spalla a spalla.
 
Ed era quella che io chiamavo Lalla,
che io sapevo e lei sapeva me
ed era quella
d’un caledoscopico mondo che non ritrovo.
 
Ed era quella
che mi manca ancora
e che non smetto affatto di pensare
che dopo tanto andare siam divisi
per dei voleri non da me decisi.
 
Ritrovare vorrei i suoi silenzi
proprio adesso che
questo silenzio unico mi abbatte
ora che sò
non si risolverà
con la risata solita la sua,
bensì con il rammarico di chi
come chi scrive adesso
non ha saputo mantenere viva
la fiamma dell’amicizia che ci univa
e ne è rimasto privo come un fesso.
 
 
Marco Vasselli
 
 
 

7 commenti

Credi … ?


 
Credi che a tutti questi
interessi veramente di come stai ?
levando quei tre quattro, o cinque o sei,
sono tutti presi da loro stessi.
 
Credi ci siano parole o modi
per dimostrare del bene ad una persona ?
non ti basta credere nell’intenzione eh ? …
 
Beh forse nemmeno a me
nemmeno quello,,
e non importa se resti ciò che sei,
se quello che tu fai sia brutto o bello,
ti basta che a quei tre,
o quattro o cinque o sei gli vada bene.
 
Anche se non va bene loro sanno
che ti potranno dire che non piace
che non son lì
come chi ti compiace,
ti fa sentire bene e è cartapesta.
 
Credi che quando non sarai più quì
di te non resti che un labile ricordo ?
Beh, per me no,
come e perchè tu sei io non lo sò
ma sò soltanto,
che questa vita
non è un gran bel racconto,
fatto di gioia e fiori,
e fiocchi e feste.
 
Credi nelle mie mani ?
Queste
che scrivon ciò che provo bello o meno.
 
Credo la vita
come un viaggio a senso unico su un treno
con un biglietto di sola andata,
per quei momenti andati
per il presente
per i giorni a venire,
credo che tu mi creda
e ciò mi basta.
 
 
Marco vasselli

7 commenti

Per tutte quelle volte – Coloured version


 

PeR tUtTe QuElLe VoLtE ChE sEi rIuScItO a cApIrMi

 

PeR TuTtE QuElLe VoLtE ChE mI HaI ReGaLaTo uN SoRriSo..

 

PeR TuTtE QuElLe vOlTe ChE SeI rIuScItO A FaRmI SeNtIrE ImPoRtAnTe..

 

Per tUtTe qUeLlE VoLtE ChE mI HaI dImOsTrAtO E DichiArAtO iL TuO BenE..

 

pEr tUtTe QuElLe vOlTe iN CuI mI SeI StAtO ViCiNo,PuR EsSeNdO LoNtAnO..

 

pEr tUTtE qUeElE VoLtE cHe AvReI VoLuTo dIrTi tAnTe CoSe

 

ChE Tu hAi cOmPrEsO SeNzA cHe iO aPrIsSi bOcCa

 
PeR QuElLo cHe sEi E SaRaI SeMpRe pEr mE
 
 
 _________________________
 
 
Poesia scritta da Martina C. 
 
Per Marco vasselli
 
 
tutti i diritti sono riservati
 

1 Commento

Blà blà blà


 
Blà .. blà .. blà
il blog è
blà
poesia,
parloneria.
 
Come rimpiango
i tempi dentro al quale
sopra sto Messenger eravamo in sette
 
… e c’era Ale, Vale, Marti e poi Mirchetto
e c’era Tony, Laura e Dada,
 
Certo che chi s’è perso nella strada
ritroverò bel tempo e nel ricordo,
ma quello che mo me pare assurdo
è tutta quanta stà parloneria
stì blà blà
che inzozzano ‘stì versi dè tristezza
per sottolinear
per volta ancora
che è ben grdito
silenzio nei commenti
quando si deve scriver lo sproloquio.
 
 
 
Marco Vasselli
 
per chi a questo blog ci ha tenuto in passato
a chi ci tiene tutt’ora
a chi non ne ha fatto mai un mondezzaio commentandolo
ed a chi non lo farà in futuro.
 
 

6 commenti

Sorsi


 
Sorsi
nella vita della gente
come un sole a scaldare
e tramontai
come il ricodo d’un niente,
 
Sorsi di vita bevvi
da altra gente
pronto a risorgere come fenice
 
Felice, o triste o illuso
ora non sò,
quel che mi sento
è vita scorrer dentro.
 
 
Marco Vasselli
 

10 commenti

Ripartire


 
Ripartire
la gioia dal pianto
il giorno dalla notte
l’amico dalla comparsa.
Ripartire
dopo battaglia persa
rialzarsi
come piedi che flettono il peso della sconfitta
e s’elevano
un tutt’uno con te
fino a toccare il cielo con un dito
tornare a terra
poterlo raccontare !!
 
 
Marco Vasselli
 

7 commenti

Comete


 
Siamo come comete
 nella vita delle persone
talvolta
 passiamo una volta sola per loro,
loro
 si accorgeranno mai della nostra luce ?
 
 
 
Marco Vasselli

1 Commento

Pace


 
Taci
 
ed odi,
 
dei pensieri il rumore
 
dell’animo il respiro,
 
del cuore il volo
shhh
pace
 
 
 
 
 
Marco Vasselli

1 Commento

Un giorno


 
Eccolo …
afa estiva
calma di pensieri
tregua
gioia interiore
flash
è già ieri
che bello !!
 
 
 
Marco Vasselli

7 commenti

Vanno


 
Vanno,
giorni come questi
in quel momento che chiamerò ricirdo
assieme al riso della mia grande amica
e come sorsi di birra
a colorare un poco un’Estate
e come la speranza,
la gioia e le cazzate,
son tutti lì
sorrideremo ancora !!
 
 
Marco Vasselli
agli amici
quelli veri.
 
Grazie per esserci sempre
come io per voi.

1 Commento

La sofferenza


 
" Tu oh poeta
sempre allegro, spensierato,
sempre lì a ridere,
non ti è dato di soffrire,
cantaci di quanto è bella la vita,
e i fiori
e dell’amore,
dell’amicizia
e della vita intera !! "
 
Ma quanto è vera la noia quando la rendi palpabile,
e quanto pianto la notte per la mia solitudine,
credi sia bello
sentirti stretto all’angoletto
usato,
come paio di pedalini
all’occorrenza,
utile
colorato,
ma quando soffri nessuno più ti bussa.
 
Quando soffri è differente,
quando soffri ci sei te,
in prima persona,
quello che è peggio
è che vedi solo quello che provi te.
 
Ti verranno a dire oh poeta
delle vacanze al mare,
degli impegni
improrogabili impegni
di non so bene cosa,
ma tutto finalizzato a giustificare
la loro meschineria
carenza d’amore.
 
Ti verranno a far visita un’ora al mese,
come nella canzone di De Andrè,
oh cazzo !!
Quante volte mi sono sentito così,
quanta solitudine pur’io
nel fondo d’un bicchiere !!
 
Se poi lo dici
" Tu non stai male "
ma in realtà non gliene frega niente,
eh gà,
perchè tutte quelle volte che lì tu c’eri,
a mettere le toppe ai loro guai,
non contan più,
che gliene frega a loro,
ora leggeri,
che corrono verso i giorni dell’ Estate.
 
In Autunno torneranno forse,
brandendo l’amicizia come spada,
facendo vede che sei uno di loro,
e tutto questo
nella misura in cui
gli occorre qualche cosa di non detto.
 
Poeta, me tapino,
me imperfetto,
che ho fatto sempre dell’amicizia un vanto,
scernendo e discernendo quasi sempre,
quelli che valgono e quelli che no.
 
Per loro che l’amicizia non è un gioco,
continuerò
a rallegrare i giorni,
o a esser fazzoletto per il pianto,
per tutti gli altri
un fazzoletto
e addio !!
 
 
 
Marco Vasselli
 
 

1 Commento

Il sogno di April – alla mia città


C’era una ragazza americana,
dell’Alabama o dell’Oklaoma,
che aveva come sogno primo e solo
di far bagaglio e di venire a Roma.
 
Nel sogno,
dal deserto del Nebraska,
o dal canion di vattelappesca,
sognava che un un battere di ciglia,
giungesse quì con tutta la famiglia.
 
April sognava forte
talmente forte e chiaro amici cari,
che riuscì davvero,
a giunger quà con tutti i familiari.
 
Obesi e ossessionati dagli hamburger,
cercaron subito
uno di quei posti,
dove ti servono quei cosi coi panini,
e i loro non palati sopraffini,
si accontentavano di carne nei stampini.
 
Sor Ettore,
tassista di Trastevere
li scorse immezzo al traffico del centro
e pensò " Anvedi
che ‘n mezzo a stò casino vanno a piedi !! "
 
April vide il tassì, gli fece cenno,
sor Ettore, con il sorriso più bello del mondo
disse :
" You are americans ?
E monta, annamo,
daje !! "
 
" Wat’s mean – Daje – "
esclamò April sentendo quei suoni ostili,
" Vuol dire che se cercate un Cicerone
vè porto a spasso pè la Città Eterna "
" It’s mean that you are search for a guide,
i can take you tour in Etern City "
e pensa :
" Questi ‘n sò americani, sò rinco … !! "
 
Insomma Ettore,
col proprio inglese sciocco,
fece girar quei tre turisti a lungo,
andando all’ Eur, dove trovi Er Fungo,
andando per il vicolo der Moro,
il Colosseo, il Pantheon, il Foro,
andando con le frasi improvvisate,
improvvisò l’inglese,
fece da guida a braccio,
portandoli a Trastevere, a Massenzio,
al Circo Massimo
al Pincio e al Vaticano.
 
Disse che a Roma c’era il vino buono,
e li portò a Albano ed a Velletri,
mentre gli americani,
gli occhi colmi di gioia e di stupore,
da sul tassì
quegli occhi mai distogliersi dai vetri.
 
April ha fatto un sogno tempo fa,
fino a tal punto che è arrivata quà,
dai grigi grattacieli dè ‘nsondove,
s’è trasferita in centro,
tra Piazza Barberini ed il Tritone,
e lì dimora con tutta la famiglia,
perchè chi viene a Roma se ‘nnamora
della città di papi e Imperatori,
perchè chi viene a Roma ed è straniero,
è benvenuto nel cuor del vecchio Impero !!
 
 
 
Marco Vasselli
 
 
 
 

1 Commento

Legiadro



Legiadro
alla velocità
di un metro al secondo quadro
me ne vado
e più nulla mi sfiora
e il mondo tutt’attorno m’innamora
con un delizioso ricordo di ieri
ed un cestino di buoni propositi per domani
e trallallallallà
che frase sciocca !!

Ma quando si è felici
si è sciocchi
e bada bene che non è un difetto
si è legiadri
si è quelli che
la vita è tutto un mucchio di problemi,
ma che per oggi si è pensieri sciolti.

Così
legiadro
me ne vado
nell’aria come una bolla di sapone
per rallegrar le genti
e
con un delizioso sorriso
intonerò
trallallallallalà

Marco Vasselli

10 commenti

Preferirei


Preferirei partire
in una notte tra l’idilio e il sogno,
su ali di airone
o sopra un treno
di quelli a locomotiva in stil Guccini.
 
Preferirei amare
sempre
incondizionatamente
costantemente,
cji mi sta accanto
parenti amici o sedicenti tali.
 
Preferirei il mio bene,
senza più nostalgie
per gente ormai lontana,
che non sapeva cosa volere o chi
da questa vita
e che non ho capito ancora
perchè ci penso.
 
Preferirei,
ma la vita beh,
non è che questo,
talvolta mi sembra d’andar controvento
su una barchetta di carta
tra giorni amari
disordinati
eguali l’uno all’altro
sopra d’un mare
a volte burrascoso, a volte meno
a volte preferirei davvero
prender bagagli e armi
e indovinar la strada,
illuminando i passi
solo di risa com’ero tempo addietro,
ma a furia di guardar dietro  perdo tempo
e il tempo
quello
preferirei riaverlo.
 
Preferirei talmente tante cose,
che forse la metà basta e quel che resta,
preferirei spartirlo
solo con chi
si fa chiamare amico,
solo con chi
st’appellativo
lo merita davvero
e dà sollievo
per ogni volta
che preferirei sparire.
 
 
Marco Vasselli

1 Commento

Fiero d’essere


 

Fiero d’essere me,
un sognatore,
un vinto,
un paroliere ,
presi la penna ancora
ad affrontare un’altro viaggio
e andare dove
non lo sò sapere.
Quello che conta è andare
….

Marco Vasselli

1 Commento

E mo ?


 
" E mo ? "
mi chiesi mentre il tempo scorreva inutilmente
E mi risposi :
 
 
" E  mo andrò avanti lentamente,
sperando un po per tutti solo il meglio
e tu anima mia, mi sosterrai ?
Quando parole vere cercherò
Quando di questi giorni scriverò
affinchè dal primo
all’ultimo degli amici stiano meglio
ed io
che sarò quì
tra la noia
l’addormentato
e lo sveglio
e son parole
tra un gioco e uno sbadiglio
a rider quando e se
la vita riderà pure per loro "
 
 
E chiudo quì per ora
ma con la penna sempre attenta e pronta
a percepire nuove ispirazioni
e che vi sia domani un bel sorriso
sopra ogni viso
di chi mi vuole bene.
 
 
Marco Vasselli
 

1 Commento

Famiglia


 
Un’altra alba,
finito il sabato,
i bagordi, la sbronza,
la famiglia attorno al tavolo
a festeggiare il compleanno della nonna.
 
Il tempo sembra ritornato a un tempo,
a quando ci si vedeva di più
e si rideva, si viveva assieme.
 
Cugini e le cazzate di una vita,
mio nipote
la sua macchina rossa
e il raccontare di mille e più avventure.
 
Paure ?
Affatto,
no
non ce ne sono,
solo una patina di malinconia ricopre il tutto
e lo fa divenire
 irreale
come la luce della trattoria,
chiude una sera e se la porta via.
 
 
Marco Vasselli

5 commenti

Prendi il tempo


 
Prendi il tempo
batti i tacchi
inizia a ballare,
non perdere il ritmo
e
vivi
sogna
fai tutto ciò
che è ora per te migliore
e segui i battiti del tuo cuore,
come tamburo dire
" Vivo ancora !! "
 
 
Marco Vasselli

6 commenti

Prima di entrare quì ( Diritti d’autore )


 
Che tu provenga dal Canada
o dalle dune d’Egitto,
che tu vi giunga da Google,
o da motori dell’arte,
il benvenuto sei sempre,
ed io per questo ti dico :
 
" Non appropriarti
di questi vrsi maldestri. "
 
Che li abbia scritti per Marti,
che li abbia scribbia scritti per Massi,
che li ho vissuti e capiti
che li ho imparati a capire
tra le questioni di Alexis
o dentro un pub da due lire.
 
Che li ho sognati di notte,
che li ho sognati di giorno,
che sono ore d’insonnia
che dalla mente al quaderno,
sono miei.
 
E te
e te chi sei ?
Sei forse colui
che c’era in ventitre anni con Tonino ?!
O c’eri al Mc Tower ?!
C’eri a Cinecittà con Sandro e Cristian ?!
e dove stavi
quando hanno chiuso il bar di Severina ?!
 
Non appropriarti
di frasi ed emozioni che ho vissuto,
di immagini scattate con la Kodak,
o dei lavori di mille e mille amici.
 
Loro non lo farebbero coi tuoi,
ammesso che tu abbia fantasia.
 
A cosa serve la Creative Commons ?!
E Word 2007 e Photoshop ?!
Ed i colori della penna bic ?!
E le emozioni ?!
 
E il vivere,
gli amori
le speranze,
le depressioni
i canti e le bestemmie ?!
 
Non certo perchè tu possa fà er pavone,
con quello che nei blog ti si ripropone.
 
Chiedi prima di prendere,
mettici sotto il mio nome,
saranno pure versi un pò maldestri,
ma sono miei,
perchè me li sequestri ?
 
Non si stà mica a pettinar le bambole,
non puoi spacciare cozze come vongole,
la qualità,
l’impegno,
la pazienza,
fare,
provare,
errare
e riprovare
questo è che vivo e scrivo
e tu chi sei ?!
 
 
 
Marco Vasselli
a tutti coloro i quali credendo di passare per fighetti con il materiale preso da " La Poesia Porta Lontano "
se ne attribuiscono il merito.
 
 

9 commenti

Il colore dei sogni


 
Ti sei mai chiesto
di che colore sono i sogni ?
 
Possono assumere dal celeste all’arancio,
che ti fanno sorridere,
che ti danno lo slancio,
che ti fanno pensare " Dove ho sbagliato
da quì che ricomincio "
 
Sei te che hai matita e pennelli in mano
di stò gran bell’affresco,
lì ci sei te
ed ogni giorno una piccola tela
tassello d’un mosaico d’infinito
e se ti dicono guarda lassù
guarda su in cielo
e non soltanto il dito.
 
Caspita se è bello
quel cielo dove lassù c’è il sole
che scalda e c’è
anche se e quando piove.
 
Tu non lo vedi coperto dalle nubi
perchè troppi ce ne saranno di furbi
già pronti a dirti
che non vali un nulla.
 
Se cadi immezzo al fango
viaggi su d’un treno,
se dormi, sogni, vivi e sei te stesso
ricorda che sei un’artista
a cui Dio o quello lassù
ha dato pennelli in mano
ed una tela
e mille e mille giorni da adornare !!
 
 
Marco Vasselli

7 commenti

Poeta ermetico


 
Vorrei esserre un poeta ermetico
come i barattoli da frigo,
per conservare la gioia che ognuno di voi entrando quì mi regala ogni giorno.
 
 
Marco Vasselli ai suoi lettori

4 commenti

Non darla vinta


 
A chi ti dice che non vali un cazzo,
a chi si adopera per demolire quel poco che hai costruito,
celando dietro un sorriso
l’invidia dei serpenti.
 
Ai sapientoni
quelli " sò tutto io "
piccoli Marchesi del Grillo
piccoli come son loro.
 
A chi ne sa sempre più di te,
solo a parole, ubriaco di superbia
che sa sempre cosa e come devi fare,
per poi godersela quando soccombi.
 
A chi non crede che l’amicizia esista
e che sia solo un’approfitteria,
a chi ho incontrato nella via
e mi ha negato un attimo di gioia
così come te amico
che adesso te ene resti
incerto tra quel che hai fatto e che faresti.
 
Non darla vinta
a tutti questi
e se contando i passi li allontani,
spero che sia per te di giori nuovi !!
 
 
Marco Vasselli

6 commenti

Yelling Rosan Blogi

is award free one

Legalhelpline

Mazhar ali khan283 advocate

Professional blog

Lifestyle, motivated, business plan, marketing

lifestyle blogs

do it your way.

GRANO ROJO

Guillermo Gamba

Nibble's BLOG

Il Pinguino domina

AlPaeseDeiLibri

"I libri pesano tanto : eppure, chi se ne ciba e se li mette in corpo, vive tra le nuvole". Luigi Pirandello

Explore

exploring

thevel

A poet from the world of imagination, tribe of poetry, clan of rhymes, What I Became generation. Follow my site for an exciting performance of poetry.

Sedat ÜNAL💫Blog

Hayat Paylaşıldıkça💫Güzelleşir ...

L'atelier peinture de Christine

La peinture sans prise de tête

Law of Attraction finds me!

My transition from outwardly rituals to internal mantra of sub conscious mind

Victoria Dutu *** Art Gallery and Books ***Galeria de PICTURI SI CARTI

Buy a Book and a Painting created by me, because them are intelligent and beautiful.* Comanda acum o carte si o pictura create de mine pentru ca au la baza principiul estetic de frumos! * Telefon&WhatsApp:+40740.27.99.08/ books@victoriadutu.com/ victoritadutu@gmail.com

Sui Generis

Rare Poetry and Food stories

Spreading Smiles - Rita

Simple Vegetarian Cooking

The Rising Phoenix Review

We the People Shall Rise

Nature,science,health,engineering

Distinguished reader selectively reads

tiritere72663953.wordpress.com/

"Alle giovani dico sempre di non abbassare la guardia, non si sa mai". Miriam Mafai

Digital Marketing Advertise

Digital Marketing Advertise Services

Modern Millionaires Reviews

The Modern Millionaires is for you if you want success and good review without getting scam from other people.

Being Zab

The Storyteller (Qissa-Go)

Rohit Singh

Live The Art

ilcoraggioperforza

La mia vita con la sclerosi multipla, una voce che parla scrivendo, punti di vista dall'alto di una sedia a rotelle 😉💪♿💞

LITERARY TRUCE

Between two languages: books and other things

Blog1957

Blog1957

Pensieri sparsi

libri, pensieri, domande e risposte... parliamone insieme

D1on1

Strength in Stories

PHRONESIS

(We need it everyday)

FaithBelieveHope

Have faith, believe in it, and hope will come❤

Books by Patricia Furstenberg

Where History Meets Fiction and a Dog

Online Help Sri Lanka

For your knowledge and feelings.

suoni tribali

La musica non è nelle note, la musica è tra le note. (Wolfgang Amadeus Mozart)

Michelle Rose. Reflection of My Journey

Drowning in the busyness of life, and how I stay afloat, and find peace and stillness amidst the chaos

LazyLedger

Foundation of being better in yourself.

VEM comigo!

Pensamentos, frases e citações

S.C Economic

تم الانشاء في خضم وحشية العدوان السعودي على اليمن.... وفاءً لدماء الشهداء والجرحى من قدموا أرواحهم فداء للوطن... لن تجف أقلامنا في الدفاع عن التحرر الوطني الشامل و النهوض باليمن وفق ابجديات الرؤية الوطنية....

◦ ღ ☼ Elena e Laura ☼ ღ ◦

Si scrive soltanto una metà del libro, dell'altra metà si deve occupare il lettore (Joseph Conrad)

The Enchanted Soul

A girl with strong boundaries 💫

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: