Archivio per settembre 2009

Fotoracconto – Fabrizio De Andrè – Una storia sbagliata


 

 

E’ una storia da dimenticare
e’ una storia da non raccontare
e’ una storia un po’ complicata
e’ una storia sbagliata.

Comincio’ con la luna sul posto
e fini’ con un fiume d’inchiostro
e’ una storia un poco scontata
e’ una storia sbagliata.

Storia diversa per gente normale
storia comune per gente speciale
cos’altro vi serve da queste vite
ora che il cielo al centro le ha colpite
ora che il cielo ai bordi le ha scolpite.

E’ una storia di periferia
e’ una storia da una botta e via
e’ una storia sconclusionata
una storia sbagliata.

Una spiaggia ai piedi del letto
stazione Termini ai piedi del cuore
una notte un po’ concitata
una notte sbagliata.

Notte diversa per gente normale
notte comune per gente speciale
cos’altro ti serve da queste vite
ora che il cielo al centro le ha colpite
ora che il cielo ai bordi le ha scolpite.

E’ una storia vestita di nero
e’ una storia da basso impero
e’ una storia mica male insabbiata
e’ una storia sbagliata.

E’ una storia da carabinieri
e’ una storia per parrucchieri
e’ una storia un po’ sputtanata
o e’ una storia sbagliata.

Storia diversa per gente normale
storia comune per gente speciale
cos’altro vi serve da queste vite
ora che il cielo al centro le ha colpite
ora che il cielo ai bordi le ha scolpite.

Per il segno che c’e’ rimasto
non ripeterci quanto ti spiace
non ci chiedere piu’ come e’ andata
tanto lo sai che e’ una storia sbagliata
tanto lo sai che e’ una storia sbagliata.

 

Testo

Fabrizio De Andrè

Foto ed etiting

Marco Vasselli

Lascia un commento

Mirada de amor astral


 
tengo tu mirada de amor astral
en tus manos y tu boca
nos unen signos del tiempo
te amo en el oceano de estrellas
la fuerza de tus ojos me acompaña
en la constelacion mayor
lo tuyo es amor astral
con tus manos de pecado
con tus ojos de ninfa
siempre te estare amando
a traves de tus ojos de estrella
 
 
__________
 
 
amo te attraverso gli occhi di una stella
nelle tue mani e la bocca
Unisciti a noi segni dei tempi
Ti amo nel mare di stelle
la forza dei tuoi occhi con me
nella costellazione superiore
il vostro è amore astrale
con le mani del peccato
ninfa con i vostri occhi
sempre Be Loving You
attraverso gli occhi di una stella
 
 
 
Ana TF
All rights reserved

 

 

 

 

2 commenti

The colors of a flower – I colori di un fiore


 

 

 

 

 

 

The colors of a flower 

are the thing that distinguishes it from other

No matter how many and what are

That flower know

Which are only his,

What do you want or do not want

He will keep them

Unconcerned about how he wants the people.

  

People superficial

That does not look beyond the label

Only those who snubs different looks

Different

Just because it gives love

And every color

In summer sun gives

And would love

And he wants protection.

  

The flower for those who appreciate it

Give its scents and sensations

It does not matter whether purple or pink

If red or blue

We like it

It will focus

Even from those dull and indifferent

Even with the nerves of a thousand

And the anger Trai teeth

I know that those teeth

Still smiling.

  

My precious friend as a gift

I know that flower

Return to light

And you will be the world

What you like

Because it is right that

Why else would negate the dreams

What are your …

Nobody takes them to you. 

   

  

__________________________

 

 

 

 

 

 

I colori di un fiore

Sono la cosa che lo distingue dagli altri

Non importa quanti e quali sono

Quel fiore sa

Che sono solo i suoi,

Che vuoi o non vuoi

Lui li terrà

Noncurante di come lo vuole la gente.

 

Gente superficiale

Che non guarda oltre l’etichetta

Che snobba solo chi diverso appare

Diverso sì

Solo perché dà amore

Ed ogni suo colore

Al sole d’Estate si dona

E vuole amore

E vuole protezione.

 

Il fiore a chi lo apprezza

Regala i suoi profumi e sensazioni

E non importa se viola o rosa

Se rosso o blu

Si piace così

E cercherà attenzione

Anche da quegli ottusi e indifferenti

Anche coi nervi a mille

E la rabbia trai denti

So che quei denti

Sorrideranno ancora.

 

Amica mia preziosa come un dono

So che quel fiore

Tornerà alla luce

E sarai al  mondo

Quello che  più ti piace

Perché è giusto che sia

Perché altrimenti annulleresti i sogni

Che sono i tuoi …

Nessuno te li toglie.

 

poem wrote by 

Marco Vasselli  

 

dedied to

Martina C.

 

All Rigths Reserved

 

 

Lascia un commento

Musica – Francesco Guccini – Bologna


 

Bologna è una vecchia signora dai fianchi un po’ molli
col seno sul piano padano ed il culo sui colli,
Bologna arrogante e papale, Bologna la rossa e fetale,
Bologna la grassa e l’ umana già un poco Romagna e in odor di Toscana…

Bologna per me provinciale Parigi minore:
mercati all’ aperto, bistrots, della "rive gauche" l’ odore
con Sartre che pontificava, Baudelaire fra l’ assenzio cantava
ed io, modenese volgare, a sudarmi un amore, fosse pure ancillare.

Però che Bohéme confortevole giocata fra casa e osterie
quando a ogni bicchiere rimbalzano le filosofie…
Oh quanto eravamo poetici, ma senza pudore e paura
e i vecchi "imberiaghi" sembravano la letteratura…
Oh quanto eravam tutti artistici, ma senza pudore o vergogna
cullati fra i portici cosce di mamma Bologna…

Bologna è una donna emiliana di zigomo forte,
Bologna capace d’ amore, capace di morte,
che sa quel che conta e che vale, che sa dov’ è il sugo del sale,
che calcola il giusto la vita e che sa stare in piedi per quanto colpita…

Bologna è una ricca signora che fu contadina:
benessere, ville, gioielli… e salami in vetrina,
che sa che l’ odor di miseria da mandare giù è cosa seria
e vuole sentirsi sicura con quello che ha addosso, perchè sa la paura.

Lo sprechi il tuo odor di benessere però con lo strano binomio
dei morti per sogni davanti al tuo Santo Petronio
e i tuoi bolognesi, se esistono, ci sono od ormai si son persi
confusi e legati a migliaia di mondi diversi?
Oh quante parole ti cantano, cullando i cliché della gente,
cantando canzoni che è come cantare di niente…

Bologna è una strana signora, volgare matrona,
Bologna bambina per bene, Bologna "busona",
Bologna ombelico di tutto, mi spingi a un singhiozzo e ad un rutto,
rimorso per quel che m’ hai dato, che è quasi ricordo, e in odor di passato…

 

Lascia un commento

Musica – Francesco De Gregori – L’infinito


 

 

 

Lascia che cada il foglio
Dove sta scritto il nome
Non ci si può bagnare due volte nello stesso fiume
E’ un riflesso sull’acqua
Una bolla di sapone
E alla fine del libro non c’è spiegazione

Ho viaggiato fino in fondo alla notte
E stava nevicando
E ho visto un grande albergo con le luci spente
E ho avuto tanta paura
Ma nemmeno tanto
La strada andava avanti
Ed io slittavo dolcemente

Lascia che cada il foglio
Dove sta scritto il nome
E metti un palio
Al mio dolore
E non guardare il tempo
Il tempo non ha senso
Domani sarà tempo
Di cose nuove

Ho viaggiato fino in fondo nella notte
Senza guardarci dentro
Senza sapere dove stavo andando
E alle mie spalle il giorno
Si stava consumando
Ed ho provato un poco di tristezza
Ma nemmeno tanto

Lascia un commento

Il Diario – Rewind 13 # Da quel giorno che tu sai …


 
 
 
 
 
 
.

Lascia un commento

L’eco


 

L’eco

di una frase scagliata..

 lasciata piombare a terra

sgretola ..

ciò che  incatenava.

Succede

che senza avere appreso in che modo,

l’anima

percossa così scuramente

 da una frase

forse detta per caso

si vuoti..

sensibilmente

 

 

Ðιک.

Tutti i diritti sono risevati

 

2 commenti

The Alexys Library

"un libro ti cambia la vita"

Into the Light Adventures

By Sandra Js Photography - Make the rest of your life the best of your life.

Omnia Caelum... Poetry, Art, Music

Live like you would die tomorrow, learn like you would live forever! (Gandhi) All artwork, music and photography is of my creation and all are originals if not otherwise stated.

Emma Cosma

Psicoterapeuta

brăilaltfel

braila vazuta prin ochii mei

The Last Chapter

Life past present, thoughts about the future

Lucy's Art

"L’arte ci consente di trovare noi stessi e di perdere noi stessi nello stesso momento." (Thomas Merton)

ফিরে দেখা

Newsletter on Literary Affairs

Alchimie

Amo la sobrietà, la poesia, l'arte, la ricerca, la storia

La Page @Mélie

Contre le blues, le meilleur remède, c'est le rock...!

Darlene Foster's Blog

dreamer of dreams, teller of tales

But I Smile Anyway...

Musings and memories, words and wisdom... of a working family woman

Kaleidoscope of My Life

IT'S ALL ABOUT HAVING THE COURAGE OF DESIRE…

Poteci Însorite

Munte, Excursii, Drumeții, Faună și Floră, Sfaturi Utile, MTB, Orașe și Sate

allenrizzi

Sempre in Movimento! Published Every Monday and Friday at 12 PM EST

This crazy busy life

the crazy busy life of the working Mom

Dear Miss Fletcher

With a proper background women can do anything. (Oscar Wilde)

parcosegantini.wordpress.com/

Il tuo 5x1000 per il cuore verde fra i Navigli, 90mila mq di natura a MILANO — codice fiscale 97654880158. Partecipiamo alla realizzazione di un grande parco pubblico di 90.000 mq.

ricettario coroloni Fabio

Super ricette da tutto il mondo

Outside Books.

We live not as we will, but as we can🌸.

Sharing

NEUTRALIZE THE FREE RADICALS

BRAINCHILD

gehadsjourney.wordpress.com

The Glam Pepper

Fashion of a glamour pepper girl

Novel Pride

Dr. Prashant (Medical Practitioner)

Deneb's Blog

Niente tepore, niente caldo, solo un freddo niente...

Il Blog di Nicolò

Osa sempre senza aver paura di scrivere

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

Alperen Durak

#alperen #reis #birumutturyaşamak

C O F F E E TIME

Your Day News

Sandra wood post

sandra wood post

LIVING THE DREAM

FOR A NEW TOMORROW

Lexa lubanga

“Love recognizes no barriers. It jumps hurdles, leaps fences, penetrates walls to arrive at its destination full of hope.” — Maya Angelou

EnigmaDebunked

Thoughts that provoke yours. (Season II coming in Jan 2020)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: