Archivio per marzo 2011

L’unicorno


…e venne l’unicorno nella notte

e piangeva

e singhiozzava

e non più luce attorno a lui

e non più il corno.

Disse ” Voi uomini non sognate più,

quando lo fate

cercate materialismo,

non vi accorgete che

il sogno in primo luogo

è il luogo dentro voi

dove desiderare

un mondo un poco meglio

per tutti quelli che vi stanno attorno “.

Presi una penna

gli dissi

” aspetta un attimo

fammelo sognare

stò mondo meglio “

da allora in poi

la poesia

o quel che le somiglia

mi tiene sveglio a tener svegli i sogni.

E’ il rifugio per quando le cose vanno male

la mia ironia

la forza di chi sogna

e di quel sogno fa la meta ambita

e ce ne sono

di genti come me che sogna

e di quel sogno

fa che sia la sua vita.

L’unicorno è lì che aspetta

qualsiasi artista o tale

voglia fuggire un mondo di diossina

tornar bambino per qualche minutino

sapere amare

è il sogno che diviene

la vita che si spande tutt’intorno.

Marco Vasselli

© Tutti i diritti sono riservati

, , , , ,

1 Commento

Rigorosamente io


Col dono della poesia e dell’osservazione
talvolta mi accorgo di essere invadente
e non sono il dolce poeta come si crede,
amo ripetere che son poeta quando mi riesce
ma dolce poco, perchè la vita è amara.
Talvolta drastico
ho il  “dono” di fare cazzate come montagne
esagerare
e solo dopo accorgermi di questo.
Mi si dice che sono cambiato
che non son più come quello d’un tempo
o mi si dice che non cambio mai
rimango quello che ” sta sempre a ride ” .
Forse perchè per pochi il mio dolore
quelli che so che non mi scherniranno
e vivo di ogni giorno
di mese in mese
ed anno in anno
col danno permanente d’esser ” strano “.
Questo esser strano fa di me un poeta
e quante volte mi son stramaledetto
per voler esser come la gran parte
menefreghista e ” fio dè ‘na signora “.
Ma poi cos’è un carattere
se non il risultato del vissuto
e come il calcio
minuto per minuto
mi vivo sui miei sbagli
e cerco di migliorare
di non rubare che questo m’hanno detto
” Quello che tu nun vòi a altri non fai “
e non è Bibbia, Corano o viadicendo
e non è Beautiful o il Gameboy Nintendo
questa è la vita
è papà e mamma che me lo hanno detto
e non mi vedi lottar per o scudetto
come quei calciatori pallonari
qui è un campionato che si chiama vita
non c’è punteggio :
ci sta vittoria, sconfitta e poi pareggio
e poi domani girone di ritorno.
Come poter andar di giorno in giorno
tra ieri e oggi con le unghie e con i denti
tenendo bei momenti in me presenti
che quando va di merda mi ricordo
che resta vero che si può andar meglio .
Sveglia poeta !!
Si va anche oggi a riscoprire il mondo
che poi è lo stesso perso tra queste strade
fatte di case e affetti e male e peggio
spero stasera che almeno sia pareggio
per arrivare ancora al giorno dopo
con il sorriso che mi contraddistingue .
Marco Vasselli – 2011 – © Tuitti i diritti sono riservati

, , , , ,

7 commenti

Per te …


” Per te oltrepasserei le soglie e le distanze del tempo e dello spazio “

c’è solo una domanda che mi pongo …

… ” ma poi ‘ndo cazzo vado ? “

 

Marco Vasselli  -2011 .

© Tutti i diritti sono riservati

 

,

4 commenti

The party


If my heart and your heart
when we meet stay united
we can organize a party
where everyone, envited,
take him friendship
togheter your, toghether mine.
Gully i went to make a party,
where all my friend could meet you
so that i can say
stay here in my life my friend
dopn’t go away again.
We can call Ance, Kharon and Hulya
and i can take at the party
Tony, Fabrizio, and Alessandro, and Marty
i could present to you
Carmen, Lauretta and Crystal,
but also Vally, Massimo, Dada, Distratta,
Christina, Pangie, and Ana,and Cinzia, and Manu
Everybody, dancing
could remember to you
that for a friend i could make chilometers,
and fly in the sky, swim in the ocean, or take only a bus,
but everybody stay inside my heart,
and you, like eveveribody, and now much more
when need an help, could to say to me
to make a party only also for only a smile,
you close the eyes, i send all the invitation
and in a moment
we stay toghether there.
Beautiful friend
with the heart like an a big home
we could be again the pixie and the gnome
and is not important if in Reykjavic or Rome
we dance again until the legs go on
and in a bit, togheter the other friends
we say again and for a time again
that real friendship never have an end.
Marco Vasselli – 2009 – © All rights reserved
For
Gudrun Lilja Jònasdòttir
my friend with a noble heart

,

1 Commento

Sera tra tante


E’ una sera come tante altre,un giorno e’ andato via senza dir niente

in punta di piedi,di soppiatto…

e me ne sto su questo letto sfatto

sulla mia vita tutta…

a ricordare !!

MARCO VASSELLI

2007 – ® Tutti i diritti sono riservati

,

Lascia un commento

Difendi la tua idea


DIFENDI LA TUA IDEA

SE LA RITIENI GIUSTA,

DIFENDI LA TUA IDEA

CHE SAI CHE E’ QUELLA E BASTA.

A FURIA DI CADERE

SE SAI DI RIALZARTI,

DIFENDI LA TUA IDEA

E QUELLO CHE HAI PERDUTO

SAPRAI RICONQUISTARTI.

LA GENTE NON LO SA

LA MAGGIOR PARTE ALMENO

CHE E’ COME QUELLE SERPI

CHE SPUTANO VELENO.

TI DICONO DI ARRENDERTI

DI LASCIAR PERDER TUTTO

NON SAI PIU’ DOVE APPENDERTI

TI AVREBBERO DISTRUTTO.

CAMMINA E VAI AVANTI

NON TI CURAR DI LORO

CHE IMMEZZO A TUTTI QUANTI

C’E’ CHI TI LASCIA SOLO.

MA PURE CHI CAPISCE

CHE E’ GIUNTO QUEL MOMENTO,

FA SI’ CHE LE TUE ALI

SI SCHIUDANO NEL VENTO.

E’ PROPRIO CHI TI AIUTA

TI FA VENIRE A GALLA

IN CIMA A UNA MONTAGNA

DAL FONDO PIU’ REMOTO.

E’ PROPRIO CHI TI APPREZZA

CHE TI HA RIGENERATO

QUAND’OGNI PESANTEZZA

TI AVREBBE GIA’ SCHIACCIATO.

DIFENDI LA TUA IDEA

SE LA RITIENI GIUSTA,

CHE E’ L’AMICIZIA VERA

E’ SOLO QUELLA E BASTA.

LA RICONOSCERAI

DA UN ATTO,UN GESTO,UN VOLTO

CHE SEMPRE TI COMPRENDE

CHE SEMPRE TI DA ASCOLTO.

Marco Vasselli – 2006 –  © Tutti i diritti sono riservati

, ,

2 commenti

FotoRacconto – Rock


The angel with the guitar

Rock pulito

come il suono che dalle casse stilla amore

come mettere cuore e parole in un amplificatore,

Accorda la chitarra Martha

e anche se non ho una buona voce

mi piace credere che suoneremo fino a notte

parlando quando possibile di un mondo migliore.

 

E che sia gioia e risa oppur sconfitta

poco ci importa

amore, arte e idee

questo che siamo

artisti non viandanti

in questo mondo fatto di comparse

noi come tali diremo il suono e il verso

sognando di emozioni e un cielo terso

dove nè gialli, rossi, bianchi

solo gente !!

 

Foto – Martha V.  – Editing della foto e Poesia Poesia Marco Vasselli

2011 –  © Tutti i diritti sono riservati

, , , ,

7 commenti

Golden flowers


…and  golden flowers

soaked
the scent of Summer

that
intoxicating perfumes of the air went

but
only when

the politic men
will stop to be of being Mafia

 

 

Marco
Vasselli – 2011 – © All rights reserved

, ,

Lascia un commento

Artigiani dell’arte


Per il sorriso in una foto

per i colori d’un quadro

per i pensieri in un blocco note

sarai più ricco dentro

e renderai più ricco d’emozioni

chi d’arte vive e d’arte non minore

che l’arte è arte non perchè si venda o si conosca

che puoi farne di trucioli in legno

o su d’un muro con l’Uniposca

ogni emozione come matrioska

dalla più piccola alla più grande

come che grande il molto mondo dentro

che avrai da dire e porterai alla gente

vivi per quel che vivi e che si sente

che dal cuore all’occhio all’animo respira !!!

 

Marco Vasselli – 2011 . © Tutti i diritti sono riservati

 

,

2 commenti

Il Diario – Gennaio 2011 – Malinconia


Giorni concatenati come rime

sempre a chiedermi qui :

perchè non torni ?!

Giorni dispersi

e astratti come nubi

quando è che penso a quei tuoi occhi furbi

il cielo ingombra

ci sono solo loro

Marco Vasselli

© – 2011 – Tutti i diritti sono riservati

, , , , , ,

Lascia un commento

Con un sorriso che fa miracoli


Distratta notte
distratta avanza
a far rumore nel cuore
a colorar del cielo in una stanza
senza l gatta di Gino Paoli
con un sorriso
che fa miracoli
come a narrar di noi
di due anime mischiate
che senza tempo

si giocano d’intorno.

Marco Vasselli

Dedicata a Distratta

2011 – © Tutti i diritti sono riservati

, ,

4 commenti

Fiorellini d’oro


 

….
e nasceranno fiorellini d’oro

 

intrisi
del profumo dell’Estate

 

che
inebria l’aria dei profumi andati

 

ma
solo quando

 

i
governanti smetton d’esser Mafia

 

 

 

Marco
Vasselli – 2011 – © Tutti i diritti sono riservati

 

, , , , , , ,

3 commenti

Cento di queste notti !!


Cento di queste notti

cento vite

cento neri pensieri

come segni di matite

che inseguono quell’alba che non giunge.

 

Mi sbaglio o c’è qualcosa che non funge ?

politici del cazzo

senza più sdegno od imbarazzo

pupazzetti di legno come dei burattini

e Mangiafuoco ?

Chi gli fa fare questo ?

Chi li muove ?

Ma nooo è Collodi paese dei balocchi

dove le trasmissioni per gli sciocchi

sono veline al banco

come carne dal macellaio

come la donna che si svende in mostra

per sta stronzata mediatica

per sta giostra

dove tra sesso e gioco

e gratta e vinci un cazzo

ci stan fottendo l’intelletto a secchi.

 

M’incazzo perchè stò stupido Paese

non è poi stupido

ma ce lo fan sembrare

dove la guerra voluta per chissà cosa

serve a ben pochi,

quei venditori d’armi

che infiocchettando bare tricolori

racconteranno di figli della Patria

che sono morti per la sicurezza.

E voglio centoeuno Caparezza

o di Saviano i fatti oppure toghe rosse

che sono rosse soltanto se van contro

a quel regime ben più che comunista

dove per fare soldi e un’intervista

si parla di festini e di destini

mentre quei settecento burattini

seduti all’emiciclo di Togliatti

che fu De Gasperi

Cavour

che fu Aldo Moro

e magistrati uccisi

e Borsellino

e Livatino

Falcone

Dalla Chiesa

e gente onesta

per ricordarci che una patria, questa

merita più che chiacchiere da bar

dove dobbiamo star noi tra slot machine

e rum e pera

mentre mattino che diventa sera

porta già via quell’illusione vana

che siamo Italia,Cina,Francia

e Tahilandia,India e viadicendo

che siamo Razza Unmana

un cuore un’anima

e spirito intelletto tutti quanti

e siamo stanchi e ci hanno rotto il cazzo

le divisioni e gli odi e le fandonie

confezionate ad arte come mode

per metterci psicosi come mode

di volta in volta Aviaria, Mucca pazza

o Nucleare o Terrorismo o Aids

ed a seconda di come gira il vento

ci tolgono la vita in un momento

in una lenta agonia chiamata nulla !!

 

Marco Vasselli – 2011 –

© Tutti i diritti sono riservati

 

, , ,

2 commenti

” Tu vai piano !! “


Mi dicevano ” Tu vai piano “

in un mondo che correva

mi dicevano ” idiota “

in un mondo che non sogna.

Mi dicevano ” Sei forte “

e continuavo a scriver

e serate di bistecche, pane caldo

visi amici e familiari.

Mi dicevano ” Continua “

e continuavo a scriver,

e tra alti, bassi e fossi

tra cunette, curve e dossi

la mia corsa non cambiava

sempre al passo d’uomo onesto.

E non rubo e non spaccio

e non truffo e non mi faccio

con un laccio fisso al braccio

o pastiglie per il sesso

o pastiglie per lo sballo,

sono il cavaliere nero

come quello di Proietti

sono un buffo ometto calvo pieno zeppo di difetti

con gli occhiali a grosse lenti

e rispetto per le genti

che han donato luci ed ombre

a questi anni di ecatombe.

Tra una crisi esistenziale

ed un panico incombente

sempre loro a darmi forza

ed a dirmi ” scrivi un libro “

ed a metterci anche un nome

colorare una farfalla

su d’un fiore appesa resta

come sere,

come questa

in cui corrono di fila

come un film che non mi stanco

di vedere e rivedere

questi anni

giorni e sere

a parlare ed ascoltare

dentro i cuoori della gente.

 

” Tu vai piano “

ora è il mio motto

come il sugo napoletano

non lo fai in un quarto d’ora,

ci vuol tempo,

si fa presto

a dir quello, quello e questo

ma finchè rimango desto

in sto mondo che è una guerra

griderò forza e eresia

a quel sogno che mi libra

da prigione fa poesia

e mi porta assai lontano nel mio lento andare piano

dagli schifi che ho d’intorno

per scavarmi nell’interno

sviscerare le parole

tra una luna d’alba e sole

tra le dune d’un deserto che fan oasi di sorrisi

tra quel mare di illusioni che han chiamato  anche ” Utopia “

e montagne di problemi

io che scrivo i miei poemi

dico grazie amici ancora

piano abbatto anche i problemi

piano poso le ali a sera

sopra petali di viole

come il libro che ho di dentro

e lo porto a chi lo cerca

finchè ho forza nelle suole !!

 

Marco Vasselli – 2011  –  © Tutti i diritti sono riservati

, , ,

Lascia un commento

‘nverno dè Tor Sapoienza


 

Ecco er quartiere mio,

ste quattro case dè quattro piani l’una,

dove li giorni uguali dè st’Inverno

cianno  er sapore dè  paese antico.

 

Stretta tra le dù strade conzolari

tra fabbriche de ‘nà pseudo civirtà

stà Tor Sapienza

quella che dela tore ha solo er nome

perchè dar mille e quattrocento e passa

ce stava scritta la storia dè sto posto,

parte dè monno in me omnipresente.

 

L’americani e lì bombardamenti

rasero ar suolo lo stemma dè casa mia

dove mì nonno partigiano e contadino

l’ha amata lui pè primo

e poi mì padre, mì fratello e io.

 

Quì trovi ancora er vineoli antico

che vineoli ce se fece ricco,

er feramenta, er carzolaro e er sòla

e quelli sò parecchi ‘n tutta Roma.

 

Quì c’è er Casale

che ‘ntitolarono a quer Michele Testa

che appartenette a zia,

era ‘n amore

e se faceva er latte e le verdure

e adesso er centro anziani

er centro curturale

e c’è la samba.

 

Vecchio quartiere mio

dall’animo gentile

schietto mà bono

come st’Inverno der rumore er sono

dè traffico e gente core pè stà piazza.

 

Quì er primo amore, quelli da regazzino

quì la mijore amica

er bare dè Severina che più non è

quello de Pino e quello de Marco  e Mauro.

 

Quì c’è er barbiere Gianni

e c’è er Vernice, quì Riccardone, dove er pabbetto è storia


c’è Anna dele borze

e Massimo, Mirchetto e ‘e Tre Venezie

anche se non ho ancora ben capito

che cazzo c’entreno nell’ambito de Roma.

 

Vivo dè tutto quello che me ispira

e quì la prima strofa, a prima rima,

e quì

‘a prima sigheretta sur terazzo

dove tutt’ora, se ce dovessi annà,

vedo stà piazza

cò quela scola dove corevamo

pè dele scale enormi pè noiartri

che regazzini annammo

da grossi a portà appresso dentro ognuno

‘n pezzo dè Tor Sapienza,

casa der monno mio

casa dè tutti.

 

 

Foto e poesia di

Marco Vasselli  – 2010 – © Tutti i diritti sono riservati


 

 

6 commenti

… e Silla sillabò …


… e Silla sillabò … ”  Ar-ze-te Ma-rio, che an-na-mo a fa la gu-era “

e Mario je rispose ” Aspetta ‘n attimo stò ancora a fa la pace !!

 

Marco Vasselli

© Tutti i diritti sono riservati

,

4 commenti

Quando ti dicono ” Ti voglio bene “


Quando ti dicono ” Ti voglio bene “,
il momento più bello
che credo ci sia,
tutto lo vedi azzurro e ben più chiaro.

C’è chi te lo dice a voce
chi te lo scrive
chi te lo fa capire,
un’amico, un’amore
un qualsiasi qualunque che neppure sapevi.

Quando ti dicono ” ti voglio bene “,
è perchè
un amico, un amore,
un qualsiasi qualunque
vuole esser per te
ombrello nlle intemperie
frescura al sole
ristor dell’anima
ascolto
comprensione
condiviione di quesa e l’atra cosa
del più e del meno
del vero o il quasi certo.

Esso è un prezioso amico,
un amore,
un qualsiasi qualunque,
che ti aiuta a superare
i momenti che meno volevi.

Ti porta pian piano
talvolta consigliando
talvolta ascoltando
dentro quel posto
chiamato
” son felice “

e farà in modo,
per un’ora,
per un’anno
per un tempo qalunque
che tu a quel posto hai dato proprio il nome .

Marco Vasselli – 2008 – © Tutti i diritti sono riservati

2 commenti

Writer


La vernice scorre
come nastro di colore
come ciò che si è voluto fare
voluto dire.

Come dare una sferzata
a questa vita ingrata
che un giorno ti fa sentire il re del mondo
il giorno dopo meglio non fossi nato.
Quuante cose …
Forse lasciare un segno al tuo passaggio
ti fa sentire vivo
ti conforta
in questi angoli di periferia morta
dove la gente insulta
sconvolta è

e sola se ne resta.
con il caos intorno
il caos nella testa
sopra quel muro sai di dire basta !!
Poesia e foto di Marco Vasselli
Murales di anonimo
CoLoRi & parole
Marco Vasselli – 2008 – © Tutti i diritti sono riservati

, , ,

4 commenti

Sera tra tante


E’ una sera come tante altre,

un giorno e’ andato via senza dir niente

in punta di piedi,di soppiatto…

e me ne sto su questo letto sfatto

sulla mia vita tutta…

a ricordare !!

Marco Vasselli – 2007 – © Tutti i diritti sono riservati

, ,

2 commenti

Foglie al vento


Cadono i miei pensieri
come foglie d’autunno,
il vento li prende
e se li porta via…
Dove non so’
e non lo so’ sapere,
ma ogni giorno che arriva
e’ un momento d’amore…

 

Marco Vasselli  –  2006  – © Tutti i diritti sono riservati

, ,

Lascia un commento

Orange


 

I called you " Orange ", many years ago

couse i don’t know your linguage,

I call you a few, a lot, sometime

is not important this

and is not important where is

that thing that we call friendship,

but in our souls

in our smiles

in your hearts

we can search about it

and whit our smiles go on in this travel.

Thank you for the map

and every time i will lose the street

i Have an orange, that can learn it again !

Marco Vasselli

To Som “ Orange “ Shogun

© All Rigts Reserved

 

clip_image002

Lascia un commento

FotoRacconto – Ho visto Nina volare


Mastica e sputa

da una parte il miele

mastica e sputa

dall’altra la cera

mastica e sputa

prima che venga neve

luce luce lontana

più bassa delle stelle

quale sarà la mano

che ti accende e ti spegne

ho visto Nina volare

tra le corde dell’altalena

un giorno la prenderò

come fa il vento alla schiena

e se lo sa mio padre

dovrò cambiar paese

se mio padre lo sa

mi imbarcherò sul mare

Mastica e sputa

da una parte il miele

mastica e sputa

dall’altra la cera

mastica e sputa

prima che faccia neve

stanotte è venuta l’ombra

l’ombra che mi fa il verso

le ho mostrato il coltello

e la mia maschera di gelso

e se lo sa mio padre

mi metterò in cammino

se mio padre lo sa

mi imbarcherò lontano

Mastica e sputa

da una parte il miele

mastica e sputa

dall’altra la cera

mastica e sputa

prima che metta neve

ho visto Nina volare

tra le corde dell’altalena

un giorno la prenderò

come fa il vento alla schiena

luce luce lontana

che si accende e si spegne

quale sarà la mano

che illumina le stelle

mastica e sputa

prima che venga neve

Fabrizio De Andrè

Ho Visto Nina Volare - Valeria M. Per Marco Vasselli © Tutti i diritti sono riservati

 

, , ,

Lascia un commento

Dance, Kharon, dance !!


Dance, Kharon, dance …
dance on my hearth
on my friendship,
on my black days,
on my hopes.
Take me away every day
in a world of  big,sweet bubles,
when you and me,
two stupids artists
can see that everything is perfect
with the eyes of the soul
Marco  Vasselli  –  To Kharon  Gillian Rossi Grant    ©  All Rights Reserved

, , , ,

Lascia un commento

Nube


Nube di fumi addensati nell’aria

vita precaria, guerra ordinaria

e peste poi ebola,

togliere il dittatore di turno

metterci trenta dittatori anzichè uno

stragi di piante e animali

militari e civili

banche di poveri cristi

ignoranza dilagare tra scuole ed asili

parafrasando Patty Pravo ” Un pensiero stupendo ? “

io direi di no

e aggiunngerei

parafrasando Neruda o chi per lui :

” Lentamente muore chi non può espatriare su Marte “

 

Marco Vasselli

© Tutti i diritti sono riservati

 

 

3 commenti

Fotoracconto – A un vero amico


A un vero amico - Poesia di Marco Vasselli  -  © Tutti i diritti sono riservati

Marco Vasselli

© Tutti i diritti sono riservati

Questa Poesia è contenuta nel mio libro ” Poesie tra le ciglia “

che tanta e tanta fortuna mi sta portando.

Grazie a tutti voi amici che lo avete ispirato, gli avete dato un nome, una copertina e mi avete emozionato

Il libro parla delle piu’ belle amicizie che potessi trovare : Voi

 

, , , , , ,

3 commenti

Belli e Salustri (via Jackmax)


Belli e Salustri Er Belli e Sallustri.. lì predecessori mia..quelli illustri.. lo dicevano spesso: Mejo soli.. ..che male accompagnati.. perché a coppie nun gireno solo li carabbinieri.. ..o li frati.. ma puro te.. che n'amore o amicizia ancor ce  credi.. e cò le mani tue..spesso tè freghi.. quanno te senti solo e ner sentimento brami.. l'amore è come er vino che te n'coccia.. e nun discerni più ..se dietro te l'appoggia.. come l'amichi veri..è triste dillo.. sem … Read More

via Jackmax

2 commenti

I cerini


” Prima di incontrare te vagavo nel buio … ma dimmi … hai portato i cerini ? “

Marco Vasselli

© Tutti i diritti sono riservati

 

A Martina C.

, la mia fan numero 1 che adora sta poesia

, , , ,

2 commenti

Anniversario – 150 anni dell’Unità d’Italia – Pensavo ….


Sai che pensavo stasera ?
Pensavo al mio Paese,
quello di Garibaldi e di Cavour
e dei principi che non ci sono più.
Pensavo ai giovani
che non avranno studio
che non avranno lavoro,
ed alla crisi
quella del ’29
quella del ’78
quella adesso.
Pensavo poi a Gaber ” Io non mi sento italiano”
od a Guccini ” Dio è morto “
e ricostruiremo,
pensavo all’oligarchia
poche persone decidono per sessanta milioni
pensavo
e poi pensavo
e i neuroni
sono fuggiti
eh già
la fuga dei cervelli …
la fuga degli ingenieri
la vita dei pompieri e di chi rischia
per quattro soldi più d’un’impiegato.
Pensavo ai novantatre milioni di euro
di sperpero del superenalotto
e che tremila l’anno
per un’universitario sono un botto
e già
eh bum …
il bum del benestare
dove tutto si compra a rate
dove il mattone
è oro di terracotta
ed una casa un mutuo
e una famiglia un’astrico.
Pensavo non è fantastico
di starmene quì
scrivendo di fiumi e amori
quando in Italia
se ti senti male
devi pregare Cristo che non muori.
I sanitati
eh già i sanitari
e finti dottorandi
e medici precari
e giorni amari
amari
amari
Si dice che noi artisti
abbiam la testa spesso tra le nuvole
ma meglio lì
che in questo sporco posto !!
Marco Vasselli nel giorno in cui ricorre il centocinquantenario dell’Unità d’Italia –  © Tutti i diritti sono riservati

, , , , , , , , , , , , , ,

4 commenti

Musica – Anniversario 150 anni dell’unità d’Italia – Povera Patria – Franco Battiato


Vedi anche :

https://marcovasselli.wordpress.com/2011/03/14/musica-goodbye-maliconia-caparezzatony-hadley-2011/

https://marcovasselli.wordpress.com/2011/03/16/musica-afterhours-il-paese-e-reale/

Povera patria! Schiacciata dagli abusi del potere

di gente infame, che non sa cos’è il pudore,

si credono potenti e gli va bene quello che fanno;
e tutto gli appartiene.

Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni!

Questo paese è devastato dal dolore…

ma non vi danno un po’ di dispiacere

quei corpi in terra senza più calore?

Non cambierà, non cambierà

no cambierà, forse cambierà.

Ma come scusare le iene negli stadi e quelle dei giornali?

Nel fango affonda lo stivale dei maiali.

Me ne vergogno un poco, e mi fa male

vedere un uomo come un animale.

Non cambierà, non cambierà

si che cambierà, vedrai che cambierà.

Voglio sperare che il mondo torni a quote più normali

che possa contemplare il cielo e i fiori,

che non si parli più di dittature

se avremo ancora un po’ da vivere…

La primavera intanto tarda ad arrivare.

, , , , , , , , ,

4 commenti

Lava l’anima


 
Ti sei sentita dire
perlomeno mille volte
” Tu non arriverai a nulla nella vita “,
ed hai patito,
portando la tua vita di porto in stazione, come in un grande viaggio.
 
Eri sempre quella infondo all’aula con un filo di voce,
ma quel filo di voce
è pur sempre un filo amica mia,
e dalla timidezza più profonda,
hai trovato il modo di dare vita e fiato
in un sol colpo ad ogni tua poesia.
 
Ogni tuo dubbio,
ogni incertezza,
hanno fatto in modo che ciò che pensavi arrivasse.
 
Lava vi dall’anima i rancori,
lava via l’onta,
il dubbio,
il falso di gente
che non altro che un’immagine imbrillantinata,
luccicante,
ma piena di nulla,
vuota
miserrima
fatta d’un’insolubile pochezza.
 
Alza la voce ora,
e digli ” Stai lontano !! “.
 
Lava via dall’anima
i mille pianti nelle notti assurde,
libera il mondo il tuo
quello che è bello e vero,
come le foto quì,
come sei te,
una piccola,
perfatta goccia di purezza,
immezzo a un mare nero di giornacci.
 
Apri la porta ed esci,
e portami lì,
dove sai stare te,
a raccontar Lorenza,
quella che sò,
che è l’amicizia rara.
 
 
 
 
Marco Vasselli
dedica questa poesia a Lorenza Desdemoni
 
Tutti i diritti sono riservati
 

, , ,

2 commenti

Il Diario – 16 Marzo 2006 – 16 Marzo 2011 – I cinque anni anni del blog – PARTE 2


Riprrende da qui

https://marcovasselli.wordpress.com/2011/03/15/16-marzo-2006-16-marzo-2011-i-cinque-anni-anni-del-blog/

Ieri ho parlato del blog, delle persone che lo hanno animato sin dall’inizio, delle 5 ragazze che mi seguono più o meno da quando ho aperto ” La poesia porta lontano “.

Oggi voglio parlare di come nacque l’idea del blog a quel ” Povero Cristo ” del mio amico Carlo. Allora c’era la piattaforma per blog MSN poi divenuta con l’andar del tempo Windows Live. Voglio ricordare tra le altre cose che questa piattaforma chiude proprio oggi, in se una grande data per il mio blog, una funesta per chi come me tanti anni ci ha tenuto a scrivere i propri pensieri e le proprie cose.

L’idea del blog inizialmente era questa. Alla Polisportiva Popolatre Tor Sapienza, il caro amico e pittore Carlo Gori mi disse ” Vuoi che qualcuno legga le tue poesie o vuoi tenerle per sempre relegate sui quaderni ? “. Armeggiammo per un po con il pc e il caro vecchi Windows ’98 in dotazione lì ed ecco il profilo di un ” giovane poeta della periferia romana “. Così mi presentai nel primo articolo di questo blog  due o tre giorni dopo il 16 Marzo 2006, data in cui ebbi il profilo in Msn.

Iniziai quasi per gioco a postarvi piccoli pensieri con il mio Compaq portatile ormai datato e munito di processore Pentium 2 e Windows 2000. Ma quelli forse, sebbene con mezzi ormai ritenui obsoleti, è stato uno dei periodi più floridi per la mia poesia. sapere che la si potesse leggere potenzialmente in qualunque parte del mondo mi rendeva felice.

Il blog all’inizio aveva un altro nome che era ” Un poeta si mette in vetrina “. Infondo è quello che faccio ancora adesso, e fondamentalmente una vetrina è qualsiasi spazio web per qualsiasi cosa si voglia proporre.

L’attuale nome fu dato a questo spazio da Alexis, una rafgazza tra le 5 di cui ieri parlavo che fece una gif, o animazione che dir si voglia, in cui c’è un libro che si apre, dei binari che vanno verso il sole e la scritta ” La poesia porta lontano “. E’ incredibile per me pensare che quasi per unop scherzo benevolo del destino, chi mi ha spronato ad avere un blog e chi gli ha dato un nome decente siano di Novara.

Ma poi l’incontro con gli altri amici di cui ieri parlavo, sia in MSN che in associazioni culturali. Due su tutti : Sambamarea all’associazione culturale Michele Testa capitanata da Nicola Caravaggio, ed Alessandro Fiorillo, che oltre ad essere mio grande amico, gestiva allora l’associazione culturale Nuovo Mondo. Mille persone o forse piu’ ho incrociato qui. Disegni, quadri, fotografie da amici ricevute come dono, sono a volte divenute spunto e fonte d’ispirazione per i miei scritti. Come è stato bello scrivere a quattro mani con Armonia, XCarmen Basile, Massimo Casavecchia o Lorenzo B. E’ stato bello poi avere anche chi talvolta mi proponeva di poter pubblicare i propri scritti su questo blog.

Beh, ho avuto molte soddisfazioni da esso, collaborazioni importanti, stesure di antologie poetiche, serate di poesia xome quella alla Notte Bianca 2006 di Roma al teatro tenda a strisce e non ultima, spero, la pubblicazione del mio libro ” Poesie tra le ciglia “. Volevo solo ringraziare tutti gli amici e i collaboratori che in questo lustro hanno dato lustro all’arte ( scusate il gioco di parole ), dimostrando che anche noi ” artisti minori ” siamo artisti, minori rispetto a chi me lo sono sempre domandato !!

Volevo ripercorrere in ultimo le tappe di questo blog attraverso dei link che qui sotto trovate e si tratta dei ” compleanni ” de ” La poesia porta lontano “

Grazie veramente a tutti e spero che ancora per molto molto tempo mi possiate leggere qui.

Marzo 2007 – Un anno, un sogno, un blog   https://marcovasselli.wordpress.com/2007/03/16/un-announ-sognoun-blog/

Marzo 2008 – Due anni di poesia nel web    https://marcovasselli.wordpress.com/2007/03/16/un-announ-sognoun-blog/

Marzo 2009 – Momenti indelebili                 https://marcovasselli.wordpress.com/2009/03/15/il-diario-16-marzo-2006-16-marzo-2009-momenti-indelebili/

Marzo 2010 – Ed oggi sono 4 anni di blog   https://marcovasselli.wordpress.com/2010/03/16/il-diario-ed-oggi-sono-quattro-anni-di-blog/

 

Marco Vasselli 2006 – 2011

 

, , , ,

3 commenti

Musica – Afterhours – Anniversario 150 anni dell’unità d’Italia – Il Paese è reale


Vedi anche :

https://marcovasselli.wordpress.com/2011/03/14/musica-goodbye-maliconia-caparezzatony-hadley-2011/

https://marcovasselli.wordpress.com/2011/03/17/musica-anniversario-150-anni-dellunita-ditalia-povera-patria-franco-battiato/

Dici sempre le preghiere

Conti fino a dieci e

Preghi ancora che

Non tocchi a te

Decidere

Piangi fermo in tangenziale

Inseguivi una cazzata

Era splendida e dorata

Fresca e avvelenata

Ma il paese da affondare

Tutto intorno a t e ballare

Bestemmiando disprezzare

E riderci un po’ su

E tu vuoi fare qualcosa che serva

E farlo prima che il tuo amore si perda

Non ti accorgi che se lo vuoi tu

Quel che valeva poi non vale più

Se ti han detto resta a casa

Vola basso non scocciare

Se disprezzi puoi comprare

Se vale tutto niente vale

Se non sai più se sei un uomo

Se hai paura di sbagliare

Se hai solo voglia di pensare

Che fra poco è primavera

Adesso fa qualcosa che serva

Che è anche per te se il tuo paese è una merda

C’è una strada in mezzo al niente

Piena e vuota della gente

E non porta fino a casa

Se non ci vai tu

Io voglio far qualcosa che serva

Dir la verità è un atto d’amore

Fatto per la nostra rabbia che muore

Afterhours

, , , , , ,

2 commenti

Preghiera di notte


Se della notte

il lieve passo incede

vorrei che fosse fede

nel senso d’un domani un po migliore.

Se della pioggia

di questo fine inverno

non rimanesse eterno freddo e buio

vorrei davvero fossimo

futuro prossimo

e battiti di ciglia

e di farfalla e d’ali

come a volar ancora a raccontare

dell’amicizia il riso

il pianto

il noi.

Vorrei famiglia attorno come un tempo

come l’infanzia e poi l’adolescenza

e riviaggiar vorrei

di quaderno in quaderno

a scriver poesie quelle più belle.

Tu sai l’amore

sei di lassù mioddio o come ti chiami

tu sai dell’ogniddove ed ogni tempo

ma qui stanotte piove e non c’è scampo

dalla malinconia che mi stai propinando

non so se torna il sole

e se ritorna quando

ma sono qui che te lo sto scrivendo.

Dici leggi nei cuori ?

Leggi questa !!

Marco Vasselli

© Tutti i diritti sono riservati

, , , , , , , ,

Lascia un commento

Palloncini


I palloncini ad elio possono volare in alto,liberi.A volte,questo può dispiacere.
Ricordo che nell’atrio del grosso palazzone c’erano due bambini.Me li ricordo bene ,un pò perchè erano simpatici,un pò perchè somigliavano a noi.La bambina teneva con la mano sinistra un palloncino rosso,con la destra cercava di annodare  al polso il lungo filo bianco.
Il bambino la prendeva in giro:
-“Non ci riesci!!!”
-“Stai zitto ,scemo!”
Fare un nodo,anche quello più semplice,è un’operazione estremamente complessa.
E’ possibile annodare una corda su se stessa; legare insieme tre corde o di più;formare una lunga catena di trenta,quaranta,ottanta corde.
Più difficile è unire due corde sole.Insieme fanno un laccio d’amore.
Centinaia di anni fa due lottatori venivano legati ad una corda e si azzuffavano fino alla morte.Quel laccio,di notte,riempiva i sogni del lottatore vincente,e gli incubi di coloro che avevano assistito  allo spettacolo.
Il bambino diede alla bambina uno spintone e lei si lasciò cadere a terra,proteggendosi il viso con entrambe le mani.
Il palloncino ad elio volò.
Gli uomini sono fatti d’amore,molto spesso si amano fra loro.Ma quando l’amore finisce,quelli che erano due innamorati diventano lottatori.
Tuttavia quelli che si sono amati,non vogliono uccidersi.
Sciogliere un nodo,anche quello più semplice,è un’operazione dannatamente complessa.
I palloncini ad elio lo sanno,per questo non si lasciano annodare tanto facilmente.
Vogliono volare in alto,liberi.E a volte,questo può fare un pò male.

Racconto scritto da

Valeria Mavillo

© Tutti i diritti sono riservati

, , , ,

1 Commento

… and arround the empty …


 

 

,,, And arround only the empty

and nothing of more arround,

whitout a smile,

whithout a sound…

” Hey my lill dancer,

do you know why ? “

” No really i don’t know why,

but early

i will dance again

and under the sun or the rain,

you will take again your book

and we will say

about new times and  millions of colours “

Marco Vasselli

to Gillian  Rossi Grant

© All rights reserved

, , , , , , ,

Lascia un commento

Il Diario – 16 Marzo 2006 – 16 Marzo 2011 – I cinque anni anni del blog – PARTE 1


Cinque anni che son qui, cinque anni di voi tutti. E già … cinque, come le cinque amiche che hanno dato vita alle pagine più belle di esso : Dada, Martina, Laura, Valeria, Alexis- Tra alti e bassi loro sempre comunque presenti in queste pagine, cosicchè questo numero cinque sia anche e soprattutto per loro. Grazie perchè ad ogni modo siete grandi amiche per me.

Come amici sono Massimo, Distratta, Vento, Blackmirror, Manuela e tutti coloro che han dato colore alle pagine dell’amicizia vera che qui ho trovato. Se d’un libro si trattasse come quelloc che Alexis volle a simboleggiare il mio blog nel suo primo anniversario di vita, voglio ancora Parli del cuore di di mani, o dell’amicizia con Laura, delle belle serate con Max o delle mille e mille storie che siete amici miei. E sarà ancora e finchè lo volete il blog dell’amicizia, degliu affetti, di una famiglia, la mia, quella vera fatta di mamma, fratello, nipoti e cugini che per queste pagine scorrazzano a ricercare qualcosa che di loro parli.

Grazie agli amici di ognidove che qui ritrovano come ritrovo io i pensieri e i disegni di Martina, la mia fan numero uno o i bei racconti di Valeria, le cose scritte da me per me e con me da quel  “geniaccio” di Gillian grant detta ” the dancer “, metà italiana, come me, come voi, metà inglese, come che parla metà del mondo. E poi Carlo, Ance, Gully, ed i sorrisi di Michele, Distratta l’artigiana e beh, cinque nanni di voi e spero almeno altri cinquanta minimo, perchè tra voi e me spero e credo ci sia un legame detto amicizia., che a mio dire è la forma più profonda d’amore. Un parente che tu lo voglia o meno rimane sempre, Io se ho scelto di scriver poesie per gli amici è perchè vi ho scelti, valutati e sperato sempre il meglio per voi come voi per me. Grazie a tutti quati coloro che mi seguono sempre da Milano a Catania, da Boston a Sidney, perchè questa per me è la poesia e ci avevo azzeccato pensando ” … porta lontano … “

 

 

Continua qui

https://marcovasselli.wordpress.com/2011/03/16/il-diario-16-marzo-2006-16-marzo-2011-i-cinque-anni-anni-del-blog-parte-2/

Marco Vasselli

, , ,

1 Commento

Dell’amicizia il nome


A te che sei dell’amicizia il nome

vorrei sapessi :

quando sarò lontano

dalla gioia che mi portasti a piene mani,

ricorderò per sempre,

ancora e ancora

di quegli occhi di cielo

che non sapevano dove volare

trovando in me

forza di vero amico.

Così tu sai

che se ti occorre aiuto dalla vita

o vorrai ridere e gioire come prima,

cerca di me, mia amica

ci sarò !!

 

Marco Vasselli

A Laura M.

© Tutti i diritti sono riservati

, , , ,

6 commenti

VideoRacconto – We are the champions – Marco per gli amici


Marco Vasselli per tutti i suoi amici

Grazie perchè ci siete sempre !!

Lascia un commento

Musica – Anniversario 150 anni dell’unità d’Italia – Goodbye Maliconia – Caparezza,Tony Hadley ( 2011 )


Vedi anche :

https://marcovasselli.wordpress.com/2011/03/16/musica-afterhours-il-paese-e-reale/

https://marcovasselli.wordpress.com/2011/03/17/musica-anniversario-150-anni-dellunita-ditalia-povera-patria-franco-battiato/

A Malincònia tutti nell’angolo, tutti che piangono

toccano il fondo come l’Andrea Doria

Chi lavora non tiene dimora, tutti in mutande, non quelle di
Borat

La gente è sola, beve poi soffoca come John Bonham

La giunta è sorda più di Beethoven quando compone la “nona”

E pensare che per Dante questo era il “bel paese là dove ‘l
sì sona”

Per pagare le spese bastava un diploma, non fare la star o
l’icona

né buttarsi in politica con i curricula presi da Staller Ilona

Nemmeno il caffè sa più di caffè, ma sa di caffè di Sindona

E poi se ne vanno tutti! Da qua se ne vanno tutti!

Non te ne accorgi ma da qua se ne vanno tutti!

E poi se ne vanno tutti! Da qua se ne vanno tutti!

Non te ne accorgi ma da qua se ne vanno tutti!

Goodbye Malincònia

Come ti sei ridotta in questo stato?

Goodbye Malincònia

Dimmi chi ti ha ridotta in questo stato

Goodbye Malincònia

Come ti sei ridotta in questo stato?

Goodbye Malincònia

Dimmi chi ti ha ridotta in questo stato d’animo

Cervelli in fuga, capitali in fuga, migranti in fuga dal
bagnasciuga

È Malincònia, terra di santi subito e sanguisuga

Il Paese del sole, in pratica oggi Paese dei raggi UVA

Non è l’impressione, la situazione è più grave di un basso
tuba

E chi vuole rimanere, ma come fa?! Ha le mani legate come
Andromeda!

Qua ogni rapporto si complica come quello di Washington con
Teheran

Si peggiora con l’età, ti viene il broncio da Gary Coleman

Metti nella valigia la collera e scappa da Malincònia

Tanto se ne vanno tutti! Da qua se ne vanno tutti!

Non te ne accorgi ma da qua se ne vanno tutti!

Da qua se ne vanno tutti! Da qua se ne vanno tutti!

Non te ne accorgi ma da qua se ne vanno tutti!

Goodbye Malincònia

Come ti sei ridotta in questo stato?

Goodbye Malincònia

Dimmi chi ti ha ridotta in questo stato

Goodbye Malincònia

Come ti sei ridotta in questo stato?

Goodbye Malincònia

Dimmi chi ti ha ridotta in questo stato

Goodbye
Malincònia

Maybe
tomorrow, I hope we find tomorrow

Goodbye Malincònia

Hope did we
get here, how did it get this far

Goodbye
Malincònia

We had it
all, fools we let it slip away

Goodbye Malincònia

Dimmi chi ti ha ridotta in questo stato d’animo

Every step
was out of place

and in this
world we fell from grace

Looking
back we lost our way

an innocent
time we all betrayed

And in time
can we all learn,

not to
crawl away and burn

Stand up
and don’t fall down

Be a king
for a day,

in man we
all pray!

Uuh, we all pray!

Caparezza,Tony Hadley

, , , , , , , , , , ,

3 commenti

L’alluvione


Stò pomeriggio che piove

vivo tra l’alluvione e l’illusione

che cambià possa presto

pè me e pè tutti quanti.

 

Trovà nà donna, cambià er governatore,

ma tante teste nun fanno ar caso nostro.

 

Me movo tra abitudini e l’inchiostro

a volte sverto,

a volte un po mrdestro,

quasi sinistro .. via .. che son mancino !!

 

Me pare pappa fatta e sempre quella,

‘na tarantella tra l’  ” ero  “e er  ” potrei esse “

ma tra malinconia, tra gioia e tasse

se infila st’acqua dè sto cielo scuro .

 

Dice che porta vita l’acqua e er cielo,

ma sull’asfarto nun po cresce un fiore

dar nulla come fosse Dio o mistero,

e sull’asfarto no, nun ce lo pianti,

manco si te ce metti coll’impegno.

 

Me movo qui tra frasi parole e strofe

tra il limbro e il lambro,

il ludico e er faceto

perchè l’arcobaleno è quer segreto

che se se concretizza va ner cielo

da est a ovest oppure viceversa

a ritrovà pè me pè tutti quanti

‘n po de serenuità quanno s’è persa.

 

Lì fiori ‘n cielo so facili da cresce, arcobaleni e sogni dè colori

e li poi vede dalla campagna ar mare

e più nun conta dell’asfarto o meno

andò te trovi sai che l’arcobaleno

si viene fori poi vedello sempre.

 

Nun dura niente,

momento de minuti.

ma vedi che er miracolo se compie

t’esce dar core e l’occhi te riempie,

come lì voti riempiti assieme

a tutti quelli ai quali vojo bene

 

Marco Vasselli

A tutta la mia famiglia ed a tutti i miei amici

© Tutti i diritti sono riservati

 

, , , , , , , , ,

4 commenti

Ripiegherò le ali


Ripiegherò le ali

cercando forza e gioia per dei nuovi voli

e passeranno i giorni

come di lune e soli

estati e inverni

ma quei momenti eterni e mai scordati

saranno la a riscaldarmi i passi

di strada in strada

di selci

di mattone

asfalto o prato

e non importa dove

dall’appennino al limite del mare

sentirai un cuore qui

di notte a urlare

e a ricordarti che mi sento vivo !!

 

 

Marco Vasselli

© Tutti i diritti sono riservati

, , , , , , , , ,

5 commenti

Fotoracconto – Musicanima – I pennarelli – Martina C. feat Marco Vasselli


Musicanima - I pennarelli - Disegno Martina C. - Poesia Marco Vasselli

Ed ho un pensiero di te coi pennarelli
quelli che riprendesti dopo tre mesi,

a disegnar er me d’un’amicizia

nata da quel che sappiamo fare più e di meglio.

 

Tu lo colori il mondo

io ci scrivo sopra,

e per quanto sole questa terra arda,

per quanto tutta stà pioggia lo ricopra,

ti terrò in me anche quando lontani.

 

Disegno Martina C. – Poesia Marco Vasselli –  © Tutti i diritti sono riservati

————————————————
Poesia contenuta nel libro ” Poesie tra le ciglia ” Di Marco Vasselli
————————————————
Grazie Martina, non solo perchè mi hai regalato questo tuo disegno, ma soprattutto perchè sei stata, sei e sarai per me sempre la mia fan numero 1

Marco

, , , , , ,

2 commenti

ZEITGEIST ITALIANO – doppiato in italiano ZeitGeist -ITA


http://video.google.com/videoplay?docid=968243479249159958#docid=-2026466362444585302

 

Un documentario di oltre 2 ore che mi sta facendo riflettere su molte cose del mondo. E’ a dir poco sconvolgente. Guardatelo

, ,

Lascia un commento

Il vuoto


Bianchi veli si aggrovigliano,

si rotolano addosso l`un l`altro…

nascondono il sole, la luna,

il giorno, la notte…

Coperta soffice che copre ogni cosa,

silenzioso scrigno di misteri.

Ci si smarrisce dentro,

cercando,

dimenticando ogni cosa,

se non l`attimo presente.

Un infinito passeggero,

un muro inamovibile

che svanisce al primo soffio di vento.

Idee che ristagnano, desideri, speranze…

pensieri che ti legano.

Voli che non puoi fare,

sogni che non puoi sognare,

vita che non riesci a vivere

 

Marco Vasselli

© Tutti i diritti sono riservati

, , , , , , , , ,

3 commenti

La mia marcia in più


Ciò che vorrei avere
sono mille girnate con loro
a ridere scherzare
riflettere.
Ognuna di voi è un mondo
che è confluito nel mio
dando ai miei giorni
il respiro e le risate
che dimenticare non posso
quando mi trovo innanzi a un cielo rosso,
al tramontare d un’altra giornata andata.
Ciò che vorrei avere
è la pazienza e la saggezza di Alessandra,
la delicatezza e la schiettezza di Valeria,
il sorriso e la spensieratzza di Martina,
i mille sogni e la determinazione di Laura,
l’innata solarità e la passione per le cose di Daniela
Vorrei…vorrei,
ma perchè dico vorrei ?
Siete con me da tempo
a disquisre di belle e brutte cose
di viole e rose
ma pure di dolori e sofferenze.
Compagne insosttuibili voi
voi che siete
la spalla in più su cui adagare i miei giorni assurdi,
siete il mio sorriso interiore
la marcia in più u cui poter contare
Il piangere di gioia
le mie fragorse risate
i mille consigli
e la fiducia che mi date.
Non so come esprimere la mia gratitudine a voi
che tanto mi avete dato senza chieder,
ma so soltanto
che se la penna mia scrive di voi
è perchè siete qualcosa di speciale.
Grazie.
Marco Vasselli
Piccolo pensiero per
Alessandra,Valeria,Martina,Laura e Daniela

© Tutti i diritti sono riservati

La poesia porta lontano.gif - Gif di AlexisNatura morta -Disegno di Martina.gifCuore - Foto di Laura
Il libro, il vaso ed il cuore di mani sono le tre immagini simbolo di questo blog.
Esse mi sono state donate rispettivamente da Alexis, Martina C., e Laura M. e sono loro creazioni.
© Tutti i diritti sono riservati

2 commenti

Er poeta, er signorotto e tutto er resto


 

Perchè pratico dei quartieri meno abbienti

perchè dè culturale

ho trovato ben poco dentro certi ambienti

perchè pè arivà a finemese

nun abbasta lo stipendio

perchè me rode er culo e pure tanto.

e sò er poeta dorce si me gira

che manno avanti na casa se lava i

vestiti e se li stira

e preferisce ar Chianti mezza bira

E preferisco Cesare Cremonini a Cesare Previti

e si me rode er culo

mejo che me eviti

ma quanno parto a ride nun me fermo

stanco

de stì cojoni sulo schermo

tutte le sere che ar telegiornale

te parlano de monnezza e de veline

pe ‘n fa sapè che stamo tutti male.

 

 

E credo ‘n pochi amici

quelli boni,

no a centomila che dicon paroloni

de cui ciò pieni solo che li cojoni.

Perchè

st’Impero stà in decadimento

e l’occidente annaspa ner terore

dè teroristi e dell’inquinamento

ma se potrebbe stà ‘n pochetto mejo

se c’è quarcuno che me tiene svejo

a ricordamme

che semo carne e ossa

e sangue e vita

e l’emozioni tutte,

no stò zozzume che
ce fanno crede.

 

Ma famose ‘na risata,

è tutto
apposto

che se ce dice culo a Feragosto

pure st’artranno se
ne annamo ar mare

e ‘ntanto sverno

e scrivo su de  stò quaderno

dè un signorotto che se compra tutto

e chiama democrazia

‘nà casa vota

e dè libertà

c’è er nome e solo quello

e ‘ntanto

cerca de mettece er randello !!

Marco
Vasselli

© Tutti i diritti sono riservati

,

4 commenti

A.P.I.


” … e l’anno prossimo mi iscrivo all’A.P.I. di Rutelli … ma che la fanno la raccolta punti ? “

 

Marco Vasselli

© Tutti i diritti sono riservati

 

, , , ,

2 commenti

Fan numero uno ( come di mani in tasca e risa )


Due Domeniche fa

eravamo in centro a fare foto a pochi passi l’un dall’altra

tu con una Canon

tale e quale a quella di Laura

io con uno stupido telefono cellulare .

Di tanto in tanto torno in zona da te,

parte di quella periferia che amo, che amiamo

e magari sono a pochi passi da te

ma ogni volta che mi trovo lì ti penso.

 

Ecco Martina,

volevo solo dirti grazie

perchè Dio solo sa se ci rincontreremo.

Ad ogni modo

grazie del tuo sorriso

che mi hai regalato anche quando per me gli altri non cel’avevano,

grazie delle risate, delle nottate, delle cazzate,

che le nostre al pari di quelle dei governanti almeno fanno ride,

grazie per l’entusiasmo che mi dai

pure ogni volta che riascolto Raf, o l’emo o il tunz tunz

o ” Listen to your heart “.

Sai, anche io ho ascoltato il mio di cuore

facendo proprio come tu dicevi

dicendo alla persona che tu sai

quello che provo, che sento e che ti dissi .

 

E che se vada bene oppure no,

ora non so,

ma mal che vada ritroverò un’amica.

 

E noi eravamo in tre come un terzetto

che di cazzeggio e serio si parlava

e nel mio libro parlo anche di voi

e di te porto ancora atteggiamenti

come le mani in tasca e risa ai denti

che strafottenti al mondo guardan dritti

come quegli occhi blu, amica mia

come d’un cielo che narra d’una stella,

che tornerà perchè più luminosa.

 

E chiamerò la stella ancora e ancora

come nella canzone che conosci

che torno o meno beh

son mica un mago,

ma se potessi aver qualcuno con me ora

saresti te,

che sei è sarai per me

dal dì dei dì, mia Fan Numero Uno !!

 

 

Marco Vasselli

A Martina C. © Tutti i diritti sono riservati

che mi ha regalato la sua amicizia e la forza di fare cose che mai avrei nemmeno immaginato di fare

ovunque tu sia

eri, sei e sarai per me sempre la mia Fan Numero Uno

Grazie Piccolè

 

, , , , , ,

2 commenti

Weight Loss With Meticore

Take Action for a Healthy Life.* Feel Strong and Happy* all day.

Jours d'humeur

( parfois bonne mais souvent mauvaise )

The Biveros Effect

To Travel is to Live

Woman Reigns

She rules the world

PENSER

SITE FOR KNOWLEDGE AND FACTS

LiveTerra

I think therefore I am

Traumaticpoetry

#unsaidwords #lost #pratik

Diario di un non scrittore

Perché, in fondo, non so scrivere

Virtualidades

Blog do jornalista e professor Solon Saldanha

遊民ジャーナル

我思わぬ 故に我なし

Il mio viaggio

I viaggi della vita attraverso il lavoro, il cibo, i luoghi, le curiosità, la musica, le esperienze vissute e attuali, un viaggio nel tempo in continua evoluzione.

bArfaNi bAbA

Me, My City and My Traveling

Bonnywood Manor

Peace. Tranquility. Insanity.

Luna

Pen to paper.

The Tragedy Kween

A boisterous introvert illustrating her way through life.

Desert flower

living in the vibe of my emotions

Has-sent-i-do-que.blog

Has sentido que...

sonidodeansar.wordpress.com/

Viaja a través de las páginas y escucha...

ladypdiaryhome.wordpress.com/

Everyone feels glum, distressed, or perturbed as a result of life's experiences; but if these feelings last for a long time, they disrupt your life. Learning to notice and identify these feelings and mastering the habits of a healthy lifestyle takes practice. I will be sharing my personal stories and stories of individuals (on emotional issues) whose names won't be mentioned. Most of these stories will be written in the first person narrative. Promising you a noteworthy read! Cheers!

Verses Inked©

We set the ink down, on the streets of the town. where Eternity Stand Confound.

lifehubhome.wordpress.com/

Short articles to bring inspiration to people.

Alescritor

Relatos cortos y proyectos de escritor

Prefiero quedarme en casa

Un blog sobre lo que me gusta escribir

Johnny Jones

Edinburgh author of the Zander Trilogy

#AMIGOSDECENA

NU E CRU!

Word to Picture

Graphic Recording and Visual Storytelling Services

AYUBOWAN LIFE

Wish For Long Life

Gioia per i libri

Recensioni - Poesie - Aforismi

THINK DIRECTLY

book of knowledge and information

Cinzia and Holger's Travel Blog

TRAVELLING WITH AN EXPEDITION TRUCK

Rachana Dhaka

Have a dream and live it. This is about my work, human rights, people in social field, law, poetry, opinions, knowledge, relationships, drawings, nature, love, imagination and whatever you can think of. ज़िन्दगी बिंदास जियो दोस्तों.

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Quattordicesimo anno ♥     

K P RAM

Princess of my father..

IL CANTO DEGLI OCCHI

Possiedo il canto degli occhi, possiedo il profumo della dolcezza!

Omwony writes

Lifestyle | Entertainment

Figlia dei Fiori "Poisoned Flower"

Mi guardo intorno, ma senza esagerare, traendo le conclusioni che condizionano la mia vita.

ilpensierononlineare

Riflessioni e sguardi non lineari sulla Psicologia

La Mente Creativa

Blog a cura di Leonardo Scala

necessito arte

la chiave è comunicare

Màvadoetorno

Voglio sconfinare, andare al di là di qualsiasi orizzonte del pregiudizio per godermi l'infinito della diversità

EfectiVida - Efectividad, organización, productividad y desarrollo personal

En EfectiVida hablamos de eficacia, eficiencia y efectividad. También de gestión del tiempo, productividad, organización y desarrollo personal. Pero todo, sin olvidar las cosas IMPORTANTES. Porque… ¿para qué serviría la efectividad si no nos ayuda a disfrutar de la vida?

Prophetpedia

Trending facts and tech Stuffs

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: